Dolo. I primi quarant’anni dell’istituto commerciale Lazzari

Sabato 22 ottobre,  nell’Auditorium dell’ITCS Maria Lazzari di Dolo, si sono ritrovati  preside, docenti e studenti del ITC Lazzari, chi era stato studente negli anni 70, chi ha finito la scuola da poco. Tutti la stessa emozione nel  tornare a scuola, rivedere i cambiamenti, ritrovare i professori e gli amici di un tempo. L’attuale Dirigente, professoressa Aurora Zanon, già docente di francese nella scuola, ha presentato molti dei precedenti presidi presenti all’incontro: la professoressa Sofia Gobbo, passato da partigiana, che ha diretto l’istituto negli anni di piombo, come lei stessa ha ricordato alla platea, il professor  Silvio  Resto Casagrande preside negli anni del Baby Boom, il professor  Elios Petrin già insegnante di matematica, la professoressa  Lucina Cecconi che ha dato impulso a progetti importanti come l’indirizzo turistico, continuati dalla preside Monica Guaraldo . E’ stato ricordato anche il compianto preside Matteo Mattarese che aveva lasciato l’istituto nel 2000, figura di grande valore umano nonchè professionale ( era presente la moglie professoressa Vittoria ).

Gli interventi della Dotteressa Franca Sallustio della città metropolitana, del dottor  Viola dirigente scolastico dell’UST di Venezia hanno messo a fuoco l’importanza dell’alternanza scuola- lavoro, del portare ai giovani conoscenze ed interesse per il sapere, collegati con la formazione delle competenze professionali e culturali necessarie ad entrare nel mondo del lavoro. La scuola ha esperienza di attività di contatto con il mondo del lavoro con tirocini, impresa simulata e stages da decenni, ancora prima che diventasse obbligatorio il contatto con il territorio.

La ricerca della bellezza , esortazione della Professoressa Gobbo, il piacere allo studio e di perseguire i propri obiettivi,  sono stati i motivi pregnanti anche degli interventi degli ex studenti, ormai professionisti nei vari settori che hanno esortato gli studenti attuali ad apprendere anche quelle materie che sembrano non servire.

Sofia Cassandro ,  alunna di quarta e Alice Tombola, diplomatasi lo scorso anno, hanno  emozionato cantando mentre la professoressa Fausta Verzegnassi, ha rapito tutti  con brani di lettura di D.Pennac e di P.Roth.

La mattinata è terminata con un momento conviviale rivivendo il passato , pensando al futuro.

 

(L.P.)