Dolo. Il ricordo del IV Novembre nelle parole dell’ex ministro Tina Anselmi deceduto nei giorni scorsi

 ‘La nostra storia ci dovrebbe insegnare che la democrazia è un bene delicato, fragile, deperibile,  una pianta che attecchisce solo in certi terreni,  precedentemente concimati, attraverso la responsabilità di tutto un popolo.  Dovremmo riflettere sul fatto che la democrazia  non è solo libere elezioni, non è solo progresso economico.  E’ giustizia, è rispetto della dignità umana,  dei diritti delle donne.  E’ tranquillità per i vecchi e speranza per i figli. E’ pace’. 
TINA ANSELMI, Storia di una passione politica.

 

Le parole dell’ex ministro sono stati presi a ricordo della commemorazione del IV Novembre dalle associazioni di Combatteneti e reduci A.N.P.I. – F.I.V.L. – A.V.L. – A.N.C. – A.N.A. – A.L.T.A.  che assieme al sindaco Alberto Polo renderanno omaggio al ricordo dei caduti.           Il programma delle celebrazioni preve per il 4 Novembre dalle ore 9:00 alle ore 12:00 al Cinema Italia la  proiezione documenti audiovisivi e incontro/confronto tra gli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado e le Forze Armate dell’Esercito – Reggimento Lagunari Serenissima. e per domenica 6  novembre

Ore 10:00     Dolo, formazione del corteo davanti al Municipio.

Ore 10:15     Dolo, Duomo di San Rocco: Santa Messa. Al termine, corteo lungo via Cairoli e via Vittorio Veneto.

Ore 11:15     Dolo: deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti. Discorsi ufficiali.

A seguire, intervento musicale del Gruppo degli Ottoni del

Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia.

Ore 11:45     Sambruson: deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti.

Ore 12:15     Arino: deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti.