Domenica speciale mostra sulla Mirano di un secolo fa

Pro Loco e Confcommercio del Miranese insieme per un’anteprima della Fiera de l’Oca: esposte le foto della città di inizio ‘900, dalla fabbrica del ghiaccio ai Molini di Sotto

Il mercatino dell’antiquariato e del collezionismo di Mirano, nella rinnovata versione gestita da Confcommercio del Miranese, sfoggia sempre gradite sorprese. Domenica l’appuntamento mensile torna in Piazza Martiri, con partner d’eccezione la Pro Loco di Mirano, in campo per presentare in anteprima la ventesima edizione della Fiera de l’oca, in programma l’11 e 12 novembre.

Nell’occasione, oltre al materiale riguardante l’appuntamento del weekend di San Martino, la Pro Loco esporrà una serie di immagini d’epoca che ricostruiscono il centro storico di Mirano dei primi anni del Novecento. Un’occasione unica, non solo per i nostalgici della Mirano che fu e che si sposa alla perfezione con lo spirito del nuovo mercatino organizzato ogni terza domenica del mese da Confcommercio del Miranese e ribattezzato “Gli oggetti dei nonni”.

«Per chi ha potuto vedere con i propri occhi o per chi ne ha solo sentito parlare, sarà un’emozione vedere via Castellantico con il canale che ora passa sotto la piazza e la casa Muneratti, poi diventata Palazzo Cinema Eva», spiega un entusiasta presidente della Pro Loco Roberto Gallorini, «oppure via XX Settembre con la fontana a cui si andava ad attingere l’acqua e lo splendido pozzo in marmo che nessuno ricorda più in quel sito. O ancora la fabbrica del ghiaccio, ora Cassa di Risparmio, per non parlare della splendida visuale dell’Albergo Erico, lungo viale delle Rimembranze fino alla chiesa, ora occlusa dal Residence Eva e la bellezza del bacino della Barche e dei Molini di Sotto, nota dolente della Mirano d’oggi. Allora preparatevi a fare un salto indietro nel tempo e una lunga ed emozionante passeggiata nella Mirano di inizio ‘900».

Il nuovo mercatino, che si svolgerà tutta la domenica, dal mattino all’ora di cena, propone oggetti legati al mondo dell’antichità e del collezionismo, con un occhio particolare alla qualità: solo espositori selezionati, che calcano le migliori piazze dedicate al settore, come Piazzola sul Brenta o Mogliano Veneto. In campo anche gli hobbisti, sempre con un occhio alla qualità della merce esposta. Una novantina in tutto, tra professionisti e hobbisti, gli espositoripresenti questa domenica.

L’appuntamento si svolge ogni terza domenica del mese ed è stato affidato nella gestione dal Comune di Mirano, in via sperimentale fino a dicembre, a Confcommercio del Miranese, che ha subito accolto con entusiasmo l’opportunità, anche nell’ottica del nuovo Distretto del commercio di Mirano: l’obiettivo è promuovere la piazza e il centro storico insieme alle sue attività commerciali (quel giorno aperte), legandole a manifestazioni ed eventi di richiamo.

A.C.M.