Droni antincendio: 4 giovani veneti al Nasa Contest

Sono quattro i ragazzi veneti finalisti in un progetto innovativo organizzato dalla Nasa, lo Space App Challenge, l’iniziativa atta a stimolare l’utilizzo di dati open source per cercare e studiare nuove idee capaci di combattere situazioni difficili sulla terra e/o nuove tecnologie di esplorazione spaziale.
Mirco Zenere (meccanico), Giacomo De Lazzari e Cristian Marchetto (esperti in telecomunicazioni) e Damiano Tessaro (automazione) sono quattro ragazzi vicentini impegnati nello sviluppo e realizzazione del protototipo di un Drone capace di individuare gli incendi boschivi ancora sul nascere.
Il FireDrone, così chiamato dal giovane gruppetto, sono studiati per essere posizionati in aree boschive ad alto rischio incendio e, alimentati da energia solare e in caso di bisogno, possono essere attivati attraverso una app di segnalazione.
A tutto questo si unirebbe un sistema evoluto di riconoscimento automatico, una sorta di cervello meccanico che impara a riconoscere e valutare l’entità di un incendio fornendo precise informazioni ai vigili del fuoco in tempi molto ristretti.
I quattro studenti, di quarta e quinta superiore dell’istituto tecnico industriale “Rossi” di Vicenza, sono entrati nella top 5 dei finalisti per la sezione “Best use of hardware” e cioè l’uso innovativo delle componenti informatiche.
In caso di vittoria i quattro ragazzi potranno assistere in prima persona ad un lancio Nasa negli Stati Uniti.

Matteo Venturini