La Protezione civile incontra i giovani

Il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Dolo ha organizzato per il primo weekend di maggio la ‘Cittadella della Protezione Civile’, un’iniziativa promossa dal Dirigente Luigi Carretta e dal docente Riccardo Lucchetta nell’ambito del progetto Alternanza Scuola-Lavoro con lo scopo di far acquisire competenza agli studenti nell’affrontare emergenze ambientali, pubbliche, e sviluppare senso civico e disponibilità verso il volontariato.
Attraverso attività formativa in aula nei 15 giorni precedenti e con vere e proprie esperienze dirette nel fine settimana, 73 studenti delle classi Terze e Quarte avranno la possibilità di conoscere ed applicare tecniche di intervento di volontariato in caso di emergenze e/o calamità naturali.

Il Progetto ha trovato la promozione e collaborazione del Comune di Dolo, della Protezione civile della Città Metropolitana di Venezia, del Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile di Dolo, Camponogara, Fiesso d’Artico, Mira, Pianiga, Stra, della Croce Rossa Italiana – sezione Riviera del Brenta, del Reggimento Lagunari ‘Serenissima, dell’Ordine degli Psicologi del veneto, delle Unità Cinofile da Soccorso ‘San Marco’-Campalto, e di numerose altre associazioni Venete.

I vari gruppi lavorando in sinergia simuleranno una situazione di emergenza pubblica, allestendo un campo di prima assistenza alla popolazione all’interno dell’area verde del plesso scolastico: il campo sarà dotato di 10 tende dormitorio, 2 tende mensa e una cucina da campo, dove i ragazzi insieme ai tutor alloggeranno anche una notte, garantendo turni di guardia. Le operazioni che verranno proposte ed effettuate direttamente dagli studenti sono: montaggio e smontaggio tende da campo, saccata con riempimento ed impiego dei sacchi di sabbia, utilizzo delle motopompe, tecniche di primo soccorso, psicologia in emergenza, prove tecniche radio in emergenza, ricerca di persone scomparse con l’utilizzo delle unità cinofile da soccorso.

Tutto questo volto a sviluppare negli studenti sensibilità e interesse verso un vero e proprio sbocco professionale affine alle competenze specifiche degli enti e associazioni partecipanti.
Domenica 7 maggio mattina il campo sarà aperto alla cittadinanza.

Sara Zanferrari