Mostra sugli atleti deportati in guerra

L’istituto statale Musatti ed il comune di Dolo hanno promosso una mostra dal titolo ‘Campioni nella memoria’ dedicata agli atleti deportati nei campi di concentramento. La mostra, che narrerà la vita di una cinquantina di atleti travolti dalla storia, è stata inaugurata giovedì 23 febbraio e sarà aperta sino a sabato 4 marzo.
E’ uno spaccato molto commovente ed intenso di quanto la seconda guerra mondiale abbia potuto essere tragica per queste persone che meritano di essere conosciute e ricordate. Le sale dell’ex Macello comunale- antiche scuderie – di via Rizzo si sono riempite per l’inaugurazione che ha visto la presenza delle docenti dell’istituto dolese, della ricercatrice dell’Iveser Stefania Bertelli, del presidente provinciale e coordinatore per il Veneto dell’Anpi Diego Collivini, di Franca Sborgiò e del vicesindaco dolese Gianluigi Naletto che ha sottolineato “Il futuro nasce dalla memoria e non c’è nulla di più educativo di queste immagini.”

La mostra, sabato 4 marzo in occasione della chiusura, alle 16, vedrà Barbara Trevisan illustrerà le ragioni della stessa di cui è curatrice. Sono previsti gli interventi del sindaco dolese Alberto Polo, della dirigente dell’istituto Musatti Rachele Scandella,la presidente dell’Uisp di Venezia Silvana Dini, di docenti dell’istituto Musatti e di studenti.

Lino Perini