Mostra di pittura a Palazzo Cini

Fino al 15 novembre 2016 un’eccezionale esposizione di capolavori veneti

Iniziata l’8 aprile con un’eccezionale esposizione di capolavori veneti appartenuti a Vittorio Cini la stagione 2016 di Palazzo Cini a San Vio, la Fondazione Cini rende omaggio al grande mecenate presentando al pubblico, per la prima volta riuniti, i dipinti veneti della sua collezione.

Con un omaggio a Vittorio Cini, dunque, la nuova stagione della Galleria di Palazzo Cini a San Vio, casa-museo, un tempo dimora del grande mecenate, nella quale sono custodite le raccolte di dipinti toscani e ferraresi già nella sua collezione personale, proseguierà fino al 15 novembre. Gli spazi del secondo piano vedranno riuniti i più importanti dipinti veneti provenienti dalla sua vastissima collezione, tra cui capolavori di Tiziano, Lotto, Guardi, Canaletto e Tiepolo, opere che sono ora esposte al pubblico per la prima volta assieme.

Il percorso espositivo ideato per l’occasione dall’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Giorgio Cini, diretto da Luca Massimo Barbero, restituisce, attraverso una trentina di capolavori selezionati, la qualità di una delle raccolte d’arte antica più importanti del secolo scorso e ci permette di conoscere meglio la figura e il gusto di Cini collezionista, che, con l’aiuto di consiglieri illustri come Bernard Berenson, Federico Zeri e Giuseppe Fiocco, si assicurò i nomi più rappresentativi della scuola Veneta, dal Trecento al Settecento.

Aldo Andreolo

Venezia 11.02.00.Fotoattualità.Ateneo Veneto.Presentazione del libro "Venezia Ricorda" di Aldo Andreolo e Elisabetta Borsetti. Nella foto da sx: gli autori Aldo Andreolo ed Elisabetta Borsetti.