Ottobre pedagogico

Conferenze, laboratori e film per insegnare il rapporto genitori-figli.

CAMPONOGARA. Giunto alla quinta edizione, Ottobre Pedagogico è un appuntamento atteso e divenuto nel tempo di grande interesse per la sua rilevante importanza culturale e sociale. E’ partito in settimana e nell’arco di del mese di ottobre propone conferenze, laboratori e film sul tema Itinerari dell’educazione. Promosso dall’assessorato alle Politiche Educative del comune di Camponogara  con il patrocinio di Regione Veneto e Provincia di Venezia. L’assessore camponogarese alle Politiche Educative, Massimiliano Mazzetto, presenta ideatore l’evento.  ” Ottobre pedagogico è arrivato alla sua quinta edizione e in tutto questo tempo la finalità principale che l’Amministrazione Comunale, tramite CAMPONOGARA. Giunto alla quinta edizione, Ottobre Pedagogico è un appuntamento atteso e divenuto nel tempo di grande interesse per la sua rilevante importanza culturale e sociale. E’ partito in settimana e nell’arco di del mese di ottobre propone conferenze, laboratori e film sul tema Itinerari dell’educazione. Promosso dall’assessorato alle Politiche Educative del comune di Camponogara  con il patrocinio di Regione Veneto e Provincia di Venezia. L’assessore camponogarese alle Politiche Educative, Massimiliano Mazzetto, presenta ideatore l’evento.  ” Ottobre pedagogico è arrivato alla sua quinta edizione e in tutto questo tempo la finalità principale che l’Amministrazione Comunale, tramitequesto evento, ha cercato di portare avanti con impegno e perseveranza è l’approfondimento della dimensione educativa. Oggigiorno, per svariati motivi, non è semplice e neppure scontato credere che c’è un forte bisogno di educazione per tornare a credere che la società e la scuola sono prima di tutto comunità. Comunità è una parola calda, che evoca accoglienza, operosità collaborativa, solidarietà, che può essere considerata alternativa a visioni competitive, conflittuali, autoritarie o semplicemente fredde e burocratiche. Le stesse Indicazioni nazionali per il curricolodella scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione sottolineano che ‘la presenza di comunità scolastiche, impegnate nel proprio compito, rappresenta un presidio per la vita democratica e civile… rafforzando la tenuta etica e la coesione sociale del Paese’. Quindi possiamo dire che la scuola stessa diventa una forma di vita sociale, una comunità in miniatura che ha un’interazione continua con la più vasta realtà sociale e civica che esiste fuori dalle mura scolastiche. Certamente questi sono processi lenti e lunghi, però come Amministrazione Locale siamo convinti che offrendo al territorio opportuni itinerari educativi, con l’aiuto della cultura e dell’istruzione, si potrà costruire un domani migliore a dimensione di persona dove ognuno avrà la possibilità di sentirsi a “casa”. Il ricco programma si suddivide in 5 conferenze Rivolte principalmente a. genitori, docenti  ed educatori  e si terranno al teatro Dario Fo con inizio alle 20.30, le prossime sono quelle del 10 ottobre con il neuropsichiatra e scrittore Francesco Montecchi che parlerà di “Adolescenti, il corpo che cambia: paure,dibbi e domande”. Mercoledì 19 ottobre sarà ospite la psicologa, psicoterapeuta e scrittrice Gilua Franco che affronterà il tema “La relazione fraterna nella disabilità in età evolutiva: fatiche e risorse.” Mercoledì 26 ottobre sarà il matematico e saggista ad incontrare i cittadini sul tema “ I nostri bambini e l’educazione matematica.”. Infine, venerdì 28 ottobre l’educatore, animatore di laboratori  creativi e scrittore Roberto Pittarello si soffermerà su “La ricreazione è finita. La lezione di Don Lorenzo Milani” alla vigilia del cinquantenario dalla morte (1967-2017).  Due i film in programma. Venerdì 7 ottobre, alle 10.30 e 20.30, La famiglia Bélier di Éric Lartigau e venerdì 14 ottobre Mai+Come prima di Giacomo Campiotti, sempre al teatro Dario Fo e sempre due spettacoli, alle 10.30 ed alle 20.30. Alla proiezione del mattino seguirà il dibattito guidato dalla docente Rosanna Sartori. A quella serale il dibattito sarà condotto dallo scrittore Marco Franzoso. Infine tre laboratori per i ragazzi. Sabato 8 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 nella Scuola primaria “A. Manzoni” di Via A. Volta 3 – di Calcroci un ‘Laboratorio di Matematica’ per  bambini di 6-10 anni con animatrici le insegnanti dell’ICS “A.Gramsci”. Sabato 22 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 alla Scuola dell’infanzia statale Via S. Pellico  di  Campoverardo, il Laboratorio creativo ‘Piccolo bestiario’  per  modellare un animale con l’argilla e riservato ai ragazzi dai  6 ai 13 anni con l’animatore Roberto Pittarello e le insegnanti dell’ ICS “A.Gramsci”. in fine sabato 29 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 nel Patronato della Parrocchia di Bojon si svolgerà il laboratorio creativo ‘Opere collettive di pittura’ riservato ai ragazzi dai 6 ai 13 anni con l’animatore Roberto Pittarello e  le insegnanti dell’Istituto Scolastico Parrocchiale di Bojon.

Lino Perini