Pedalata della FIAB Veneto in Riviera per la mobilità ciclistica

RIVIERA.La storica via da Padova a Venezia è una delle direttrici più strategiche e spettacolari della nostra regione, un parco punteggiato di splendide ville ma anche densamente abitato da popolazione locale; tuttavia la Riviera del Brenta è ancora poco sicura per chi la percorre con la bicicletta, sia per il cicloturismo e il tempo libero, che per gli spostamenti quotidiani.

Il Coordinamento Veneto delle associazioni aderenti alla FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, crede sia giunto il momento di investire importanti risorse pubbliche per creare lungo il Naviglio Brenta un percorso ciclabile di alta qualità, attraente e sicuro, che possa servire sia per cambiare in meglio la mobilità locale, sia per fornire un itinerario da sogno per le folle di cicloturisti che sognano di fare su strada quello che a oggi possono fare solo navigando sul Burchiello, cioè visitare questi magnifici luoghi in modo dolce senza l’assillo del parcheggio e del traffico.

Non va inoltre scordato che attorno al Naviglio gravita il territorio ben più ampio dei 10 comuni del consorzio “Terre del Brenta” (Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara, Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò, Mira, Noventa Padovana, Stra e Vigonovo) che attende solo il volano dello sviluppo del percorso principale per poter a sua volta spiccare il volo tra le terre d’eccellenza votate al turismo slow.

Domenica 10 giugno 2018 centinaia di soci delle associazioni FIAB del Veneto pedaleranno lungo il Naviglio Brenta tra Padova e le porte di Venezia per sensibilizzare le amministrazioni locali su questo obiettivo. La partenza da Padova sarà in Prato della Valle; giunti a Stra verrà effettuato un tour esplorativo nel comprensorio delle Terre del Brenta, con ingresso nel parco di villa Pisani, dove verranno accolti dal sindaco Caterina Cacciavillani, presidente di turno inoltre della Conferenza dei Sindaci della Riviera del Brenta.

Dopo una pausa pranzo a Dolo presso la sede dell’associazione “Il Portico” si ripartirà lungo il Naviglio verso Mira e Malcontenta, dove termineremo la giornata nel parco di villa Foscari. Alla partenza e durante il percorso sono previsti vari incontri con amministratori locali con cui dialogare del futuro delle piste ciclabili della Riviera.

Sara Zanferrari