Premiato il giovane ricercatore Graziano Martello

Nel pomeriggio del 25 aprile, in Palazzo Ducale a Venezia il sindaco e presidente della Città Metropolitana Luigi Brugnaro  ha reso omaggio a 60 “eccellenze veneziane metropolitane”, 60 cittadini che hanno portato prestigio alla città metropolitana distinguendosi nelle scienze, arti, industria e artigianato, lavoro, sport, scuola o con iniziative di carattere sociale, assistenziale, filantropico. Alla cerimonia hanno presenziato i rappresentanti dei comuni della città metropolitana, il Prefetto, il Questore, il Procuratore della Repubblica, esponenti del mondo della cultura, dello sport, del volontariato, delle forze dell’ordine.

Il Comune di Stra ha segnalato per questa prestigiosa onorificenza Graziano Martello, professore associato presso l’Università di Padova, scienziato e ricercatore che si è aggiudicato diversi importanti e prestigiosi finanziamenti europei; l’ultimo nel 2016,  un Erc Starting Grants, destinato a “ricercatori promettenti che hanno dimostrato di avere il potenziale per diventare leader indipendenti della ricerca”. Con questo importante finanziamento Martello ha potuto dare  l’avvio ad un laboratorio di ricerca che, lavorando con le cellule staminali totipotenti, studia la patogenesi delle malattie neurodegenerative.

Martello, nato nel 1980, si è si laureato in Biotecnologie mediche all’Università di Padova, dove ha successivamente conseguito il dottorato di Genetica e Biologia Molecolare dello Sviluppo nel laboratorio del Professor Stefano Piccolo, occupandosi di Rna non codificanti implicati nello sviluppo embrionale e nella progressione tumorale. Dal 2010 al 2014 è stato all’Università di Cambridge, in Inghilterra, per lavorare su cellule staminali pluripotenti di tipo embrionale nel laboratorio leader di questo settore, sotto la guida del Professor Austin Smith, per poi tornare, a differenza di molti nostri connazionali, a lavorare nella sua terra.

Sara Zanferrari