Primavera con il mercatino a Mirano

MIRANO. Prosegue il rilancio dell’iniziativa in centro storico dopo il successo del 2017. Anche questo mese piazza troppo piccola e operatori fino in via Castellantico.

Torna domenica, in versione “allargata” e primaverile il Mercatino dell’antiquariato e del collezionismo di Mirano, affidato dallo scorso anno a Confcommercio del Miranese e riportato ai fasti di un tempo: anche questo mese, come a marzo, gli espositori occuperanno via Castellantico, consolidando così l’aumento dell’interesse da parte degli operatori del settore. Domenica saranno in 95, di cui 71 hobbisti e 24 professionisti, occupando in tutto 118 postazioni, in linea con i numeri di un mese fa e per questo Confcommercio ha chiesto e ottenuto di allargare l’area espositiva anche fuori la piazza centrale. Anche perché, fedeli alla regola del rilancio intrapresa quasi un anno fa, antiquari e collezionisti condivideranno la piazza con altri appuntamenti di richiamo: domenica a farla da padrona sarà, ad esempio, una straordinaria esposizione di auto d’epoca curata dall’associazione Salzano Epoca Graticole Romanus.

Confcommercio del Miranese gestirà “Gli oggetti dei nonni” per tutto il 2018, dopo che il Comune di Mirano ha affidato anche per l’anno in corso, come per il precedente, il coordinamento dell’iniziativa, che si svolge in centro storico ogni terza domenica del mese (esclusi luglio e agosto). Confcommercio potrà proseguire così l’opera di rilancio avviata con successo nel 2017, quando a maggio prese in affidamento il mercatino con l’obiettivo di rilanciare l’appuntamento sotto il profilo della qualità della merce esposta e delle presenze.

Gian Nicola Pittalis