San Donà, un fine settimana da tutto esaurito al Teatro Astra

SAN DONA’. Le premesse erano state decisamente positive già da giovedì, quando la raffinatezza dell’Haiku Trio, promosso da Yamaha Music School, ha entusiasmato il pubblico. Poi il boom nel fine settimana, con tre giorni consecutivi di sold out. «La qualità e l’impegno pagano sempre – così commenta il sindaco Andrea Cereser – Il teatro è la dimostrazione di un percorso culturale di qualità che rappresenta un riferimento per la città».

Venerdì, nell’ambito della rassegna curata da MusicaSì, hanno riempito il Teatro Astra i Pink Size, tribute band che ha fatto rivivere le atmosfere psichedeliche dei Pink Floyd anni Settanta, con una ricostruzione filologicamente impeccabile dei concerti di Barret, Gilmour e Waters. Sabato due nomi di livello nazionale, Giulio Scarpati e Valeria Solarino, nel ruolo che fu di Mastroianni e Loren in ‘Una giornata particolare’, hanno replicato il tutto esaurito ormai usuale nella rassegna di prosa curata da Arteven.

Domenica di nuovo nessun posto libero con un altro nome di rilievo nazionale, quello di Paolo Cevoli, con uno spettacolo promosso dall’Ussl nell’ambito del progetto Cantastorie. «Questi risultati sono il frutto di un prezioso lavoro di squadra che sta crescendo con le realtà cittadine e del territorio – aggiunge l’assessore alla cultura Chiara Polita –  che parte dalla cultura come capacità di creare relazione e benessere».

Varietà anche nell’offerta culturale del prossimo fine settimana. Venerdì la Serata all’opera, promossa dal Circolo Segattini alle 21, è dedicata al Rigoletto; sabato 20 gennaio sempre alle 21 torna il Festival Veneto del Teatro, a cura del Teatro dei Pazzi, con Tempeste d’amor perdute di Andrea Pennacchi e Michele Casarin; domenica 21 gennaio alle 16, le Domeniche per Famiglie propongono La Bella e la Bestia.

Pierluigi Tamburrini