A Scorzè è protagonista il fiore d’inverno: il radicchio tra solidarietà e buona tavola

La locandina è al solito molto sensuale, ma non forzata. Un volto di donna per celebrare il gioiello del territorio, che a Rio San Martino è diventato perfino il monumento in piazza: il radicchio. Trentacinque anni di storia, oltre 200 volontari in campo, un marchio Igp famoso in tutto il mondo e perfino nello spazio. La Festa del Radicchio di Rio San Martino a Scorzè apre i battenti oggi, venerdì, e fino al 20 novembre celebrerà proprio nel cuore della “Strada del radicchio” il fiore d’inverno, prodotto in 24 comuni di tre province diverse (Treviso, Padova e Venezia). Paese piccolo che diventa capitale Rio San Martino, grazie al suo fiore rosso, capace gli anni scorsi di richiamare più di 70 mila visitatori. «Trentacinque anni in cui possiamo dire di aver fatto strada», afferma il presidente dell’Associazione amici del Radicchio, Luigino Michieletto, «se oggi abbiamo tutto questo riscontro è perché proponiamo una linea forte e chiara, la promozione del territorio attraverso il suo prodotto principe. Negli anni Ottanta siamo partiti con una piccola sagra come tante, oggi contiamo decine di migliaia di visitatori non solo dal Veneto. La carta vincente è stata superare il campanilismo, guardare oltre, vincendo la sfida di diventare la casa degli Igp del Veneto». Perché a Rio San Martino protagonista è il radicchio rosso di Treviso, ma ci sono anche molti “ospiti” importanti: il radicchio di Chioggia, l’insalata di Lusia, il radicchio di Verona e quest’anno ci sarà spazio anche per i marroni del Monfenera. Tutti prodotti a marchio. Ovviamente a farla da padrona sarà l’offerta gastronomica, con un intero menù dedicato al radicchio, compresi i dolci, la pizza e le birre al radicchio. «Non solo», prosegue Michieletto, «abbiamo portato anche l’alta ristorazione: chef di tutte le sette province venete si sfideranno, per beneficienza, nella serata di giovedì 17 novembre con “A tavola con il gusto della solidarietà”. Ma la festa è impegnata anche a far conoscere i grandi prodotti orticoli del Veneto ai giovani futuri chef, attraverso il premio San Martino che vede da anni sfidarsi gli istituti alberghieri”. Quest’anno la giornata di domenica 20 novembre vedrà la presenza della conduttrice Rai Veronica Maya. Un cuore grande quello che batte da sempre sotto il Palaradicchio di Rio San Martino e che si farà sentire anche la sera di sabato 19 novembre con l’evento “Rio’s Got Talent”, sfida benefica con la presenza straordinaria, direttamente da Striscia la Notizia, del Mago Casanova. Oggi intanto grande serata di apertura con Bobby Solo in concerto che ospita Gigliola Cinquetti e con la prima tappa di “Rio solidale”, dedicata alla raccolta fondi per le popolazioni terremotate del Centro Italia.

Filippo De Gaspari