“Si può ancora fare”: passato, presente e futuro della cooperazione sociale in Fvg

Il convegno in programma a Trieste il 14 ottobre è parte del programma che celebra il 130° anniversario di Legacoop

Ripercorrere la storia della cooperazione sociale in Friuli Venezia Giulia, fotografarne il presente e tracciare le linee guida per il futuro. Con questo obiettivo Legacoop FVG ha organizzato, venerdì 14 ottobre, alle 9.30, al teatro Miela di Trieste, l’incontro “Si può ancora fare!” che rientra nel programma delle celebrazioni del 130° anniversario di Legacoop previste dal 13 al 15 ottobre a Trieste, Udine e Pordenone, dove si alterneranno ospiti d’eccezione, fra cui il vice-ministro dell’Economia e delle Finanze, Enrico Morando e il vicepresidente nazionale di Legacoop Luca Bernareggi, il portavoce nazionale di Generazioni Legacoop Matteo Ragnacci oltre al vicepresidente della Regione FVG Sergio Bolzonello e all’Assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti.

Di cooperazione sociale si parlerà, dunque, a Trieste ripercorrendo i passi compiuti da due realtà fra le più importanti a livello nazionale: la Cooperativa sociale Noncello di Pordenone, attualmente la più grande d’Italia nel settore della cooperazione di inserimento lavorativo di persone svantaggiate, e la Cooperativa sociale Lavoratori Uniti “F. Basaglia” di Trieste che, nel 1972, fu la prima cooperativa sociale tra gli utenti dei servizi sociali a costituirsi in Italia. A “dare il la” al dibattito saranno due libri dedicati proprio a queste due cooperative: “Si può ancora fare!” a cura di Ferruccio Merisi, un’antologia di racconti tratti dalle testimonianze dei protagonisti di Coop Noncello a 35 anni dalla sua costituzione e seguito ideale del fortunato film “Si può fare” del regista Giulio Manfredonia (con protagonista Claudio Bisio), e di “La Cooperativa Sociale Lavoratori Uniti “Franco Basaglia” di Trieste – preistoria”, scritto dal suo primo presidente Danilo Sedmak, che raccoglie i ricordi legati al travagliato percorso che portò alla nascita della cooperativa, frutto dell’esperienza di Franco Basaglia e della sua équipe.

A fare gli onori di casa sarà il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, cui seguiranno gli interventi di Orietta Antonini, vicepresidente nazionale Legacoop e presidente della cooperativa sociale Itaca di Pordenone, Ivan Brajnik, presidente della CLU Basaglia, Stefano Mantovani, presidente della Coop Noncello e Pino Roveredo, scrittore e cooperatore.

Dal nostro inviato in Friuli Venezia Giulia

Lucio Leonardelli

lucio-leonardelli