“Si puo’ fare!” dal 14 al 16 ottobre

"Si può fare!", il Festival delle Economie e delle Relazioni Solidali

Una grande fiera mercato, un caffè letterario, uno spazio teatrale, un laboratorio del riciclo e del recupero. Sarà tutto questo, e molto altro ancora, “Si può fare!”, il Festival delle Economie e delle Relazioni Solidali in programma dal 14 al 16 ottobre 2016 in Villa dei Leoni e in Riviera Silvio Trentin a Mira.

L’evento sarà organizzato da associazione Aeres, Aiab Veneto Onlus e Comune di Mira con la collaborazione del distretto mirese di economia solidale “Eco Topie” e con la partnership di Veritas. Per tre giorni proporrà incontri, dibattiti e tante altre iniziative legate a temi come terra e cibo, energia e ambiente, mobilità e territorio, consumi e riuso, lavoro e democrazia. Interverranno esperti del settore, giornalisti di livello nazionale e artisti di grande richiamo.Complessivamente saranno proposti ben 13 spettacoli, 12 mostre e 54 tra incontri e presentazioni. Le realtà che esporranno i propri prodotti e i propri servizi saranno circa 90.

Parteciperanno alla manifestazione molte associazioni e organizzazioni del mondo contadino, dell’artigianato e del volontariato tra cui Emergency, Libera, Legambiente, Banca Etica, Mag, la Rete di Economia Solidale, il Movimento per la Decrescita Felice, i Gruppi di acquisto solidali, Mira 2030, Associazione Botteghe del Mondo, Il Portico. Il primo spettacolo in programma sarà venerdì 14 ottobre alle ore 21: “Vandali!” di e con Gian Antonio Stella e Gualtierio Bertelli.

“Un nuovo tipo di economia è sempre più diffusa perché c’è sempre più richiesta e ricerca di nuovi stili di vita – ha spiegato lunedì il vicesindaco Nicola Crivellaro in occasione della presentazione del programma -. In Riviera del Brenta ci sono moltissime realtà impegnate in questi temi, pensiamo per esempio all’ambito agroalimentare e a quello energetico. Questa iniziativa sarà utile per mettere in mostra e per rinsaldare questo grande impegno. Il Comune di Mira è orgoglioso di ospitare una tale manifestazione, perché gli organizzatori hanno fatto davvero un grande lavoro. Auspichiamo che questi tre giorni possano lasciare ai miresi qualcosa di importante e prezioso”.

“Il Festival sarà molto più di una mostra-mercato – ha evidenziato il presidente di Aeres Massimo Renno -. L’intenzione è quella di far capire concretamente l’importanza di promuovere nuove pratiche e sarà poi un’occasione di fare rete tra realtà impegnate da anni ma non ancora legate tra loro. Come ho già detto più volte, questa non è l’esperienza naif di un gruppo di bravi ragazzi che guardano il mondo con disincanto: l’economia solidale è una grande sfida ed è già il cardine della vera economia”.

“I racconti dei protagonisti del Festival potranno davvero arricchire chi verrà ad ascoltarli – ha aggiunto il presidente di Aiab Veneto Stefano Bianchi -. Il Festival non sarà un evento organizzato da persone che si autoincensano raccontando ciò che fanno, ma un vero trampolino di lancio per sensibilizzare su queste tematiche così attuali”.

E’ intervenuto anche Giorgio Voltolina in rappresentanza del Distretto di Economia Solidale della Riviera del Brenta: “Il distretto è nato proprio per creare relazioni tra associazioni, artigiani e piccole imprese. Noi abbiamo aderito a questo Festival con entusiasmo perché quotidianamente portiamo proposte ed esperienze di questo genere”.

Lino Perini

lino-perini