Studiosi a confronto sull’opera di Hölderlin

Alla Fondazione Cini una serie di incontri sul maestro

La straordinaria produzione di Friedrich Hölderlin, poeta romantico tra i massimi di ogni tempo, ha acceso l’ispirazione di molti compositori moderni e contemporanei. I legami di amicizia con Hegel e Schelling, stretti durante il periodo di studi svolto all’Università a Tubinga, il contatto con Herder, Schiller e Goethe e la passione per la grecità, Klopstock, Rousseau e Kant, contribuiscono alla formazione di uno sguardo visionario, turbato precocemente dall’ombra della follia. Sarà dunque preziosa l’occasione d’incontro che tra il 9 e l’11 dicembre vedrà alternarsi alla Fondazione Giorgio Cini illustri germanisti e musicologi all’interno di un convegno a cura di Gianmario Borio ed Elena Polledri, finanziato dal DAAD con fondi del Ministero degli Esteri tedesco. Il seminario si propone di analizzare il rapporto di Hölderlin con la musica e la forte attrazione dei musicisti per la sua opera, considerandoli come due aspetti di una stessa medaglia.

G.N.P.