Villa Erizzo… e qualcos’altro

L’associazione “Mestre MIA”, presieduta da Andrea Sperandio, convoca una conferenza stampa il 18/04/2017 alle ore 12.00, presso Il Caffè All’Orologio a Mestre in Galleria della Torre, 4 – per presentare la sua prossima iniziativa.

“Mestre MIA.” organizza, infatti, un evento che si terrà in Piazzale Donatori di Sangue a Mestre, venerdì 21 aprile 2017, a partire dalle ore 18:00. L’associazione, attiva nell’organizzare mostre, convegni e manifestazioni legate alla storia, alla cultura e allo sport locali, stavolta consentirà a tutti e a tutte di assistere a una bellissima iniziativa all’aria aperta.

A partire dalle 18 del 21 aprile, infatti, due ospiti d’eccezione tratteranno della storia della settecentesca Villa Erizzo Bianchini e di quello che fu Piazzale Sicilia. Inizierà Sergio Barizza, notissimo e appassionato storico di Mestre. Proseguirà Riccardo Caldura, Docente di Fenomenologia delle arti contemporanee all’Accademia delle Belle Arti di Venezia.

Nell’occasione, verrà letto dai volontari di “Mestre MIA” anche un brano di Italo Calvino. L’esposizione risulterà sicuramente avvincente, anche perché la storia della Villa e del Piazzale, pur essendo talvolta sminuita o poco apprezzata, si interseca con eventi fondamentali della storia di Mestre e non solo. Si pensi, ad esempio, alla visita del Papa Pio VI, che, nel 1782 dimorò presso Villa Erizzo Bianchini, come recentemente ha ricordato Pierluigi Rizziato nel suo volume “Mestre Venezia. Baci, abbracci, bisticci, tradimenti”.

Del resto, proprio in uno degli ultimi eventi organizzati dall’associazione “Mestre MIA”, il dott. Luca Sbrogiò aveva raccontato i progetti urbanistici di inizio secolo, che riservavano una centralità oggi perduta a Piazzale Donatori di Sangue, anche con la previsione di un raddoppio della Galleria coperta di Domenico Toniolo lungo tutta Via Rosa.

A.C.M.