Quando il vino si fa scuola

Un affermato Istituto Tecnico Agrario con ordinamento speciale per la viticoltura e l’enologia.

Prepara Periti agrari ed enotecnici e dal 1999, con l’accorpamento dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura e Ambiente “Corazzin”, forma anche agrotecnici.

È una realtà scolastica ricca di storia che ha la sua origine legata allo sviluppo dell’agricoltura e della viticoltura del Veneto e alle prime vicende storico-politiche dalla nascita d’Italia.

Fu istituita con Regio Decreto il 9 luglio 1876. a seguito di una felice intuizione di Antonio Carpenè e a dirigerla fu chiamato Giovanni Battista Cerletti Molte furono le vicissitudini durante la “Grande Guerra” . Successivamente solo l’impegno del prof. Michele Giunti impedì che la scuola fosse trasferita a Firenze. Nel 1924, su progetto di Bernardo Carpenè, fu inaugurata da Benito Mussolini quella che oggi è la sede centrale.

Nel 1927 si festeggiò il primo cinquantenario della Scuola. In quell’occasione fu inaugurata una Mostra internazionale d’arte ispirata alla vite e al vino e fu aperta al pubblico la Bottega del vino italiano, originale costruzione in stile rinascimentale adibita attualmente a conferenze stampa, corsi ed incontri conviviali.

Con R.D. del 31 agosto 1933 la Scuola divenne Istituto Tecnico Agrario specializzato per la viticoltura e l’enologia e il 16 settembre 1936  l’Istituto fu intitolato al suo primo direttore, Giovanni Battista Cerletti.

Gli anni della seconda guerra mondiale videro ancora momenti difficili per l’Istituto.
La Scuola Enologica riuscì però ancora una volta a risollevarsi e a consolidare la sua fama.

Nel secondo dopoguerra la Scuola aumentò il suo prestigio sotto la direzione del prof. Luigi Manzoni, ricercatore e sperimentatore.
I suoi studi sulla genetica della vite e soprattutto gli incroci Manzoni sono tuttora noti e apprezzati

Ma la Scuola Enologica non vive solo di fasti passati, progetta, ricerca ed innova.

Molte sono le attività che si svolgono a sostegno dell’attività didattica: stage, alternanza scuola lavoro, scambi culturali con paesi europei ma anche extra europei come quello recentissimo con l’Argentina. Le relazioni che l’istituto tesse, attraverso la partecipazioni a reti e tramite convenzioni con soggetti pubblici e privati sono numerose e di diversa tipologia e vanno dal protocollo di intesa con l’Università di Santa Caterina in Brasile per lo scambio di docenti, alla convenzione con l’Eastern Istitute of Tecnology (Nuova Zelanda), con LEGTA (Lycee d’Ensegnement Générale et Technologigue Agricole) de Bourges, LEGTA de Beaune, Legta de Bergerac (Francia), Weinmanagement Krems (Austria) e altri per la reciproca conoscenza dei metodi di studio, scambi culturali e stage di studenti all’estero, al progetto Leonardo sempre per stage all’estero, alle convenzioni con enti e aziende private per Borse di Studio per studenti che si impegnano in attività di ricerca e sperimentazione. Per stimolare il desiderio di apprendere in ambito tecnico si favorisce anche la partecipazione degli studenti a  gare nazionali ed internazionali  della cui organizzazione la scuola si è fatta carico in più occasioni. Le più recenti sono state “Bacco e Minerva” e la quarta edizione di “EUROPEA – WINE CHAMPIONSHIP”.

L’attuale denominazione della scuola è “Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore G.B. Cerletti”.

Oggi grazie al grande interesse delle amministrazioni pubbliche nel rinnovare gran parte delle strutture, soprattutto cantina e azienda agraria, si è realizzato un vero “campus” della viticoltura e dell’enologia.

Nel “Campus” trovano spazio anche

  • l’Università di Padova (Laurea in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche)
  • il Centro regionale per la viticoltura, l’enologia e la grappa di Veneto Agricoltura
  • i Consorzi delle DOC della Provincia
  • l’Assoenologi Veneto centro-orientale
  • l’Enoteca Regionale

che insieme interagiscono per promuovere sinergie e collaborazioni di studio, di ricerca tecnico-scientifica, di marketing del vino e dei prodotti agricoli con particolare riguardo al Prosecco.

Specificatamente:

  • con l’università le collaborazioni sono sia di reciproco scambio di competenze tali che numerosi docenti dell’Istituto intervengono nei corsi universitari, da quelli ordinari ai master, e viceversa docenti dell’università intervengono come esperti in specifiche attività didattiche come ad esempio degustazioni guidate, sia di spazi come gli attrezzatissimi laboratori di chimica della scuola e la modernissima aula di degustazione dell’Università;
  • con Veneto Agricoltura le attività di collaborazione vanno dalla possibilità data ai nostri studenti di effettuare delle microvinificazioni e/o delle attività di ricerca in vigneto finalizzate alla stesura di lavori di ricerca da presentare agli esami di Stato alla attività amministrativa relativa alla gestione del distillatore di cui è gestore l’Istituto Grappa Veneto;
  • con l’Enoteca Regionale, recentemente inaugurata, si è ulteriormente ampliata per l’Istituto la possibilità di disporre di spazi qualificati per le proprie attività di carattere istituzionale grazie alla disponibilità dimostrata e codificata in apposita convenzione dagli attuali gestori;
  • Ancora, gli enti e le associazioni presenti con le loro sedi testimoniano la loro affezione alla scuola partecipando e sostenendo in vario modo le sue attività e seguendola nei mutamenti avvenuti nel corso degli anni a seguito della continua e non sempre condivisa evoluzione normativa.

Fino a oggi la scuola ha offerto la possibilità di scegliere tra i diplomi di

  • Perito Agrario
  • Perito Agrario con specializzazione in viticoltura ed enologia
  • Agrotecnico

Dall’anno scolastico 2010 – 2011 con la nuova riforma il nostro Istituto offre agli allievi la possibilità di scegliere:

Nel Settore Tecnologico con Indirizzo agrario agroalimentare e agroindustria, tra le articolazioni

  • Produzioni e trasformazioni
  • Gestione dell’ambiente e del territorio
  • Viticoltura ed Enologia

Nel Sistema Istruzione e Formazione Professionale – Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, fra i percorsi

  • Operatore agricolo
  • Operatore della trasformazione agroalimentare

Va sottolineata l’importanza per il territorio della conferma dell’articolazione nel settore viti-vinicolo con la possibilità di un sesto anno, unicità nel sistema scolastico italiano, per ottenere la specializzazione che rilascerà il titolo di enotecnico.

Inoltre l’I.S.I.S.S. “G.B.Cerletti” di Conegliano, accreditato in Regione come ente di Formazione, quale sede veneta dell’Istituto Tecnico Superiore per le nuove tecnologie per il made in Italy comparto Agro alimentare e vitivinicolo, organizzerà corsi post diploma di Istruzione Tecnica Superiore. Si consolideranno così ulteriormente i già forti legami della scuola con il Mondo enologico e più in generale con il mondo dell’agricoltura per la promozione del territorio, dei prodotti, la sperimentazione e la ricerca.

A cura della Scuola Enologica“G.B. Cerletti” di Conegliano

scuola-enologica-di-conegliano-gb-cerletti