XXI edizione del Festival Internazionale delle Sculture di Sabbia a Jesolo

JESOLO. La sabbia è “l’oro di Jesolo” sapientemente modellata per riportare su strade e piazze del lido i giganti preistorici.

E’ iniziata la XXI edizione del Festival Internazionale delle Sculture di Sabbia nella centralissima piazza Brescia, quest’anno dedicata ai giganteschi dinosauri.

L’inaugurazione dell’esposizione 2018  con il sindaco della città di Jesolo, Valerio Zoggia, e l’assessore al Turismo, Flavia Pastò, con il presidente di Jesolo Turismo S.p.a., Alessio Bacchin, e il direttore del Museo Civico di Storia Naturale di Jesolo, Roberto Basso.

Il tema è “Sand Raptors”, a pochi giorni dalla proiezione nelle sale cinematografiche italiane di Jurassic World e sulla scia del successo delle tante mostre dedicate ai grandi e feroci predatori della preistoria. In piazza Brescia, il minaccioso Tyrannosaurus Rex, lo Stegosauro, il Centrosaurus, il Deinonico e un Ankylosaurus. Tutti enormi e modellati con la sabbia. Ci sono riproduzioni di esemplari preistorici del Museo di Storia Naturale di Jesolo come il Dilofosauro, il Velociraptor, il Protoceratopo, il Celofisio e l’Ittiosauro, presentate dal direttore del museo Basso che ha sempre avuto una grande sezione dedicata ai dinosauri.

Sono già arrivate tonnellate di sabbia per gli scultori, sotto la guida dello storico direttore artistico americano Richard Varano. Tra questi, l’olandese Susanne Ruseler e la russa Ilya Filimontsev (T-REX), il canadese David Ducharme (Centrosaurus e Deinonychus), il ceco Radek (Radonvan) Zivney (Stegosaurus) e l’italiana Michela Ciappini (Ankylosaurus).

Il lavoro degli scultori è stato supportato da una squadra di quattro ragazzi del Liceo Artistico Statale M. Guggenheim di Venezia guidati dal professor Lorusso Marco e coordinati dalla jesolana Elena Lana.

Il Festival delle Sculture di Sabbia sarà aperto a Jesolo fino al 16 settembre 2018 con ingresso gratuito.

Intanto, l’assessore Patsò è stata a Roma in Vaticano per discutere l’organizzazione del prossimo Natale 2018 quando tra le mura Leonine arriveranno proprio le sculture di sabbia donate dalla città di Jesolo.

Giovanni Cagnassi