Vincenzo Lovino risponde

L’economia tradita dagli interessi elettorali

Sembra che in questo periodo l’Italia stia perdendo di vista quelli che sono i veri problemi. L’economia del Paese stenta a ripartire, tanto che la BCE ha visto al ribasso la crescita italiana. I cambiamenti climatici sono ormai un fatto assodato e nei prossimi anni modificheranno sempre più il nostro modo di vivere. Gli equilibri geopolitici sono cambiati, con il piatto della bilancia che pesa sempre più dal lato cinese. Insomma, ci sarebbero molte riflessioni importanti da fare in questo momento.

Armi di distrazione di massa o semplice mancanza di informazione?

Sono moltissimi i problemi che affliggono l’Italia e il mondo, ma spesso l’attenzione del pubblico si concentra su argomenti futili. Riuscirà la Juventus a vincere la Champions League? Si farà oppure no la TAV? Verranno concesse le autonomie? Sono tutti argomenti che scaldano le masse, ma perché vengono esaltati in questo modo? Uno dei motivi potrebbe essere quello di spostare l’attenzione degli italiani da quelli che sono i veri problemi.

economia
Dentro al tunnel della TAV

La TAV

Prendiamo la TAV per esempio. In effetti non portando a termine i lavori di questa infrastruttura si risparmierebbero dei soldi. Ma proviamo a guardare quanti sprechi avvengono ovunque nella pubblica amministrazione. Pensiamo alle spese astronomiche della regione Sicilia o ai manager super pagati con le nostre tasse. Sono tutte spese che non producono crescita economica, ma nessuno al Governo ne parla. Perché? Forse perché un taglio di questi sprechi non porterebbe a nessun beneficio elettorale, mentre il blocco della TAV significa aumentare notevolmente il consenso di una parte degli elettori. Ma è pur vero che questa questione era presente nel Contratto di Governo.

economia
La fatturazione elettronica ha creato non pochi problemi

Reddito di cittadinanza e fatturazione elettronica

Ancora non si è capito se il reddito di cittadinanza porterà a un effettivo beneficio per l’economia nazionale. Per ora è certo solamente il caos che regna nelle amministrazioni locali e nei centri per l’impiego. La norma è stata introdotta in modo frettoloso e poco organizzato, decisamente si poteva fare di meglio.

La fatturazione elettronica è un altro tasto dolente. Negli scopi dichiarati tutto bene, ma l’attuazione “all’italiana” ha creato gravi danni alle aziende. Basti pensare ai server bloccati dall’afflusso eccessivo di utenti. Era qualcosa che proprio non si poteva prevedere? E intanto l’economia è stata ancora una volta penalizzata.

economia
Lo sport è un potente mezzo per distrarre le masse

L’economia tradita

Un rinnovo del credito da parte delle banche, una diminuzione della burocrazia, una riduzione del peso fiscale per le aziende, questo servirebbe per la ripresa economica del Paese. Ma anziché introdurre norme di questo tipo ci si accanisce contro un sistema già in ginocchio, pensando troppo spesso agli interessi elettorali invece che a quelli dell’Italia. Ma si, speriamo che la Juventus vinca la Champions League e dimentichiamoci di tutto il resto!

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close