Salute e Medicina

Essere più produttivi

Essere più produttivi? Sarebbe facile se non ci fosse di mezzo il clima. Verrebbe quasi da dire “Aprile dolce dormire”, ma in quanto a tempistiche sarebbe inappropriato . Maggio è quel periodo dell’anno di transizione, quei giorni di passaggio tra una primavera quasi autunnale e un’estate quasi caraibica per le sempre più elevate temperature registrate negli ultimi anni.

I cali produttivi

Ed è proprio in questo preciso periodo dell’anno che il nostro corpo comincia ad indebolirsi, a sentire il cambiamento esterno in atto, lo sbalzo delle temperature, la maggiore esposizione alla luce.  I cambiamenti di cui il nostro corpo risente si ripercuotono nell’ambito lavorativo,e non solo, registrando aumenti della disattenzione oltre che debolezza fisica e mentale. 

Come essere più produttivi?

Bastano davvero pochi e semplici gesti per migliorare le nostre condizioni fisiche in questo periodo dell’anno. Ecco allora pochi, piccoli e inusuali consigli per aumentare la propria concentrazione ed essere più produttivi.

Il primo fra tutti, che può sembrare il più banale, si rivela invece il più efficiente.

Creare un ambiente di lavoro (e non solo) minimal

L’ambiente in cui si opera è importantissimo e per questo è necessario non avere distrazioni attorno a noi. Lavorare in un ambiente minimal e pulito aiuta la nostra mente a restare focalizzata sul lavoro che stiamo svolgendo, evitando di porre l’attenzione sugli oggetti che ci circondano e che possono distrarsi. Un classico esempio è quello di tenere la scrivania ordinata e pulita, senza avere  troppa cancelleria e troppi soprammobili in vista se non la minima necessaria.  Questo, ovviamente, può essere applicato anche ad ambienti più ampi, come l’intera stanza se non anche l’intero ufficio, in modo da far crescere le prestazioni di tutta l’azienda.

Non sottovalutare la musica per essere più produttivi

Come si potrebbe pensare, la musica distrae se ascoltata in momenti di massima concentrazione. E invece no, se si ascolta quella giusta. Con l’avvento dell’ era social sono numerosissime le app studiate come piattaforme di streaming musicale, in grado di offrire playlist studiate ad hoc per qualsiasi situazione. Esistono infatti anche quelle finalizzate ad aumentare la concentrazione dell’ascoltatore con melodie rilassanti e tranquille, ed altre che offrono una ricca selezione di rumori bianchi,  scientificamente provati come suoni in grado di far concentrare maggiormente una persona rispetto ad altri rumori.

Non sottovalutare neanche gli aromi

Assorted herbs and spices. Healthy cooking concept

Oltre alla musica, un altro piccolo trucco per aumentare la nostra perfomance da non sottovalutare è l’aromaterapia. Molto studiata negli ultimi anni, è capace di migliorare la concentrazione e anche alleviare ansia e piccoli mal di testa. Al giorno d’oggi si possono trovare i più diversi modelli di diffusori per ambienti di qualsiasi dimensione e prezzo., utilissimi per la casa e l’ambiente di lavoro perché capaci di rilasciare vapore profumato nell’ambiente, che grazie all’inalazione raggiunge più rapidamente i polmoni e il sistema limbico, collegati direttamente alle aree del cervello responsabili del controllo della memoria,dello stress, della pressione sanguigna e frequenza cardiaca. Alcuni oli essenziali nello specifico sono in grado di apportare determinati benefici al nostro corpo, come l’olio di rosmarino che risulta essere benefico per la memoria,  come quello di menta piperita che aumenta la vigilanza o come quello di lavanda che riduce lo stress.

Avere cura di se stessi e del proprio corpo

Ultimo ma non per importanza. Ogni tanto è necessario prendere una pausa e ascoltare il proprio corpo. Dedicare una giornata a noi stessi ci permette di staccare completamente la spina e pensare ai nostri bisogni personali. I pensieri del lavoro vengono temporaneamente accantonati, dando spazio a creatività e fantasia.

Gli hobby

Trovare degli hobby, meglio ancora se di carattere sportivo, aiuta a mantenere la mente sveglia e il corpo in forma in modo da non avere ripercussioni negative nei giorni successivi. E quindi essere più produttivi. Bastano anche corte passeggiate all’aria aperta o una semplice pedalata in centro per dare carica al nostro corpo e per “smaltire” le tensioni accumulate durante il lavoro, in modo da poter ripartire col piede giusto la settimana successiva.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close