Salute e Medicina

Ritirati integratori a base di curcuma

È allarme su alcuni integratori alimentari a base di curcuma. Diversi di questi prodotti, potrebbero infatti essere collegati ad alcuni casi di epatite. Secondo le autorità sanitarie si tratterebbe di episodi di epatite acuta, che nel corso del mese di maggio avrebbe già fatto quindici vittime.

L’allarme

A far scattare l’allarme, una segnalazione dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), a partire dalla quale il Ministero della Salute ha adesso ritirato dal mercato alcuni di questi integratori. Si tratta di una misura precauzionale. Al momento sono in corso accertamenti sanitari, necessari per appurare se tra i 15 casi di epatite e l’utilizzo di tali prodotti vi sia un rapporto causa-effetto.

Gli integratori a base di curcuma

Nel frattempo, si allunga la lista degli integratori a base di curcuma potenzialmente nocivi. Con le ultime segnalazioni, si estende a oltre una quindicina la lista di prodotti potenzialmente dannosi. Intanto le autorità sanitarie e il Ministero della Salute invitano tutti i consumatori a sospendere l’utilizzo.

I pericolosi

Al momento, sul sito del Ministero della Salute sono elencati tutti i tipi di integratori a base di curcuma legati agli ultimi casi di epatite. Gli ultimi tre prodotti segnalati dall’Iss sono: Versalis – Geofarma s.r.l., Rubigen curcuma e piperina – lotto 250119 – Naturfarma, Curcumin+piperin – Vegavero.

Scegliere integratori di qualità e dopo aver chiesto consiglio al medico

L’assunzione di integratori andrebbe valutata insieme al proprio medico di fiducia e i prodotti scelti in base alla loro qualità, sempre con l’aiuto di un dottore o un farmacista. Non si tratta infatti, solo perché su base naturale, di prodotti innocui. Esistono tra l’altro note controindicazioni della curcumina, che dunque non andrebbe assunta con leggerezza.

L’interazione

Esiste ad esempio una pericolosa interazione con alcuni farmaci e il rischio di incorrere in problemi se si soffre di calcoli alla colecisti. Effetti collaterali che possono presentarsi quando si utilizza a dosi eccessive (o se si è particolarmente sensibili ai suoi principi attivi) sono nausea, diarrea e senso di affaticamento respiratorio. Tra l’altro, vi è anche il sospetto che i casi di epatite che si sono verificati siano legati proprio ad un abuso di questi integratori.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close