46esima edizione 101 chilometri della Duerocche

Quarantasei anni di storia, 101 chilometri di corsa (e camminando con i bastoncini del Nordic Walking) nel cuore delle colline trevigiane, tra Asolo e Cornuda. Scatta il conto alla rovescia in vista dell’edizione 2017 della Duerocche, in programma martedì 25 aprile. La manifestazione è stata presentata sabato scorso a Cornuda. Sarà un evento all’insegna del tricolore: la manifestazione, sul percorso lungo da 48 chilometri, coinciderà infatti con il campionato italiano di Ultratrail corto, promosso dalla Iuta, l’associazione italiana di Ultramaratona e Trail.

Lo stesso tracciato concorrerà inoltre all’assegnazione del punteggio necessario per partecipare a tre gare inserite nel programma del celebre UTMB (Ultra-Trail du Mont-Blanc): la CCC (Courmayeur-Champex-Chamonix) di 101 chilometri con 6.100 metri di dislivello, la TDS (Sur les Traces des Ducs de Savoie) di 119 chilometri con 7.200 metri di dislivello, e l’OCC (Orisières-Champex-Chamonix) di 56 chilometri con 3.500 metri di dislivello. La Duerocche si svilupperà su cinque diversi percorsi. Gli appassionati di trail potranno scegliere tra due distanze: la 48 chilometri, con 2.300 metri di dislivello, e la 21 chilometri, con 1.000 metri di dislivello. Previsti anche i due classici percorsi di 6 e 12 chilometri, aperti a tutti, e la prova sui 14 chilometri, riservata al nordic walking, che percorrerà il tragitto della Duerocche storica, da Asolo a Cornuda.

Si correrà (e si camminerà) su percorsi che avranno uno sviluppo complessivo di 101 chilometri, in una cornice storica e naturale che offrirà passaggi mozzafiato e paesaggi indimenticabili. Quest’anno, per la prima volta, i percorsi di gara più lunghi saranno separati dai più brevi, in maniera che gli atleti più lenti non ostacolino i più veloci (e viceversa). Gli iscritti alla Duerocche hanno già raggiunto quota 2.500: arriveranno da diverse regioni d’Italia e anche dall’estero. Li attende a Cornuda, nel contesto di una manifestazione in continua crescita sotto il profilo organizzativo (confermati i servizi di massaggi pre e post-gara e di baby-sitting), anche la splendida t-shirt Duerocche by Delineodesign, un pezzo da collezione che da alcuni anni rappresenta uno dei benefit più apprezzati dagli atleti.

Annunciati al via anche alcuni tra i migliori specialisti del trail nazionale: dal trentino Simone Wegher, vincitore della Duerocche 2016, alla trevigiana Silvia Serafini, che l’anno scorso proprio a Cornuda si è aggiudicata il titolo tricolore under 30; dal triestino Francesco Rigodanza, bronzo 2016 alla Duerocche, al trentino Gil Pintarelli, dal modenese Matteo Pigoni alla vicentina Francesca Pretto. Alla Duerocche, nella versione storica da 14 km, prenderà parte per la prima volta anche Moreno Pesce, atleta veneziano d’adozione bellunese che, amputato alla gamba sinistra in seguito ad un incidente stradale, è diventato una celebrità nel mondo del trail e delle vertical race per il fatto di gareggiare grazie una speciale protesi in fibra di carbonio e titanio. Il 25 aprile si correrà anche per le scuole: previsto infatti un montepremi, sotto forma di materiale didattico, da suddividere tra i cinque istituti più numerosi, sulla base di una classifica a cui tutti potranno concorrere (studenti, genitori, simpatizzanti in genere) semplicemente esprimendo il proprio sostegno per una scuola all’atto dell’iscrizione. La Duerocche scatterà da via della Pace (zona impianti sportivi sportivi) a Cornuda: alle 7 la 48 km, alle 9 la 21 km, alle 9.30 la 6 e la 12 km. Avvio libero, invece, dal centro di Asolo, per la Passeggiata Storica dedicata al Nordic Walking.

Giancarlo Noviello