In attesa del Vicenza

Si chiude domenica alle 14.30 al Menti il ciclo di ferro della squadra di Zironelli. Dopo aver affrontato le prime in classifica (Padova, Pordenone, Renate) adesso si va a Vicenza per cercare di riprendere il cammino interrotto dei 5 risultati utili consecutivi.

La squadra berica ha appena cambiato proprietà e sembra intenzionata a dare prova di forza contro gli arancioneri ma il Mestre, in questo campionato, ha sempre tenuto testa a chiunque e nella sfida con la seconda in classifica avrebbe certamente meritato almeno il pareggio.

Contro il Vicenza è l’ennesimo derby dopo Bassano (vinta) e Padova (sconfitta per 2 a 1 all’Euganeo) e potrebbe davvero rappresentare un punto di svolta per la squadra che, a detta di tutti gli allenatori fin qui incontrati, pratica il calcio più bello. I complimenti fanno certo piacere. Peccato non portino punti e come ha di recente sottolineato il presidente Serena. “Dobbiamo migliorare e crescere ancora sotto tanti aspetti. Non è possibile che i nostri avversari creino 4 palle gol con lanci lunghi e noi con 30 passaggi non riusciamo a buttare dentro nemmeno un pallone nemmeno se ce lo portiamo con la mano”.

Gian Nicola Pittalis