Casarotto confermato

Possibile riconferma anche per Gagno, Bonetto, Presello e Pinton

L’AC Mestre 2017/18 inizia a prendere forma e al di là dei rumors che lo vorrebbero vicinissimo a diversi esperti giocatori con passato in serie B e A, si iniziano a gettare le fondamenta sulla squadra che ha meritato la promozione in Serie C. Se nella passata stagione l’apporto degli under 22 alla vittoria del campionato è stato tanto importante quanto obbligatorio, quest’anno la regola che imponeva 4 giocatori in campo (un ’96, due ’97 ed un ’98) non sarà più un problema per Zironelli, bensì per la società. Il Mestre non potrà tesserare più di 16 giocatori nati prima del 1.1.1995, scegliendo bene tra giovani che si dovranno integrare l’esperienza del resto dei componenti.

Gli obiettivi della società, da questo punto di vista, sono chiari: a partire da Stefano Casarotto, pedina inamovibile nella seconda metà della passata stagione, finendo con gli obiettivi di mercato per integrare una buona situazione di partenza, che nel caso di riconferma di Gagno, Bonetto, Presello e Pinton (tutti in prestito fino al 30 giugno). La società si sta muovendo alla ricerca di giovani appartenenti a vivai di squadre di serie A o B da valorizzare: in sostanza, i principali club d’Italia possono “offrire” i propri ragazzi a cambio che chi li ospita possa garantire un minutaggio adeguato che porterebbe anche bonus economici. Altro dato da non sottovalutare la Beretti che ha disputato un ottimo campionato che potrebbero anche essere preziose pedine di scambio per farli maturare un altro anno in serie D.

Gian Nicola Pittalis