CIEMME MESTRE, parte il conto alla rovescia

Mancano solo nove giorni all'esordio in campionato per il quintetto biancorosso

Non conosce praticamente intoppi il cammino precampionato del Ciemme Mestre, vittorioso per 79-77 anche nell’ultima amichevole disputata contro il Riese Pio X. Una marcia d’avvicinamento al campionato sicuramente positiva, soprattutto perché, dal primo test contro la Virtus Lido sino agli ultimi con Padova, Jesolo e Riese, il livello degli avversari è salito al pari delle prestazioni dei grifoni, sempre più a proprio agio nel “vestito tattico” preparato da coach Volpato. Qualcuno potrà far notare, non senza ragioni, come anche nello scorso anno i biancorossi giunsero all’esordio in campionato forti di una preparazione costellata da soli successi nelle amichevoli, salvo poi partire con cinque ko nelle prime sei uscite. Giusto quindi guardare al futuro con un giustificato ottimismo, ma sarebbe sbagliato pensare di aver già raggiunto una quadratura del cerchio per la quale, invece, bisognerà ancora lavorare, come va ripetendo lo stesso coach ai suoi ragazzi.

Nel test contro Riese, la crescita del gioco e l’atteggiamento non sono state le uniche note positive per il Ciemme Mestre: ottime, infatti, le prestazioni personali del play Nicola Boaro e di Michele Bei, il cui impiego contro i trevigiani- dopo l’infortunio subìto la settimana precedente con Padova- ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti. Manca poco anche al rientro a pieno regime di Alberto Bedin e Andrea Segato, i quali con ogni probabilità verranno schierati contro i cugini di Caorle nell’ultima amichevole precampionato in programma domenica 24, ad una settimana esatta dall’avvio della C Gold. Non saranno della partita, invece, i due Gabriele, Salvato e Fabris; se per il primo, alle prese con problemi alla caviglia, non è escluso un suo utilizzo, magari parziale, nel debutto di Montebelluna, appaiono viceversa più lunghi i tempi di recupero di Fabris dopo l’infortunio muscolare. Servirà almeno un mese per poter rivedere in campo il numero 3 biancorosso.

Al momento, per sopperire alla sua assenza, la dirigenza non sembra intenzionata ad intervenire sul mercato, preferendo attendere le risposte dal parquet dopo le prime uscite di campionato: assoluta fiducia, quindi, da parte della società nel roster affidato a coach Volpato, almeno sino a metà ottobre quando si saprà se l’infortunio di Fabris avrà bisogno di ulteriori tempi di recupero e tre partite di C Gold saranno già in archivio, fornendo la possibilità di tracciare un primo bilancio.