Coach Toffanin: “Imparare dagli errori per rialzarsi subito”

L'allenatore del BC Mestre indica la strada per proseguire la risalita

La dimensione di una grande squadra viene misurata anche dalla capacità di reagire ad una sconfitta; è questo il concetto principale che coach Davide Toffanin evidenza nei giorni successivi al ko nel derby contro Jesolo (55-59), uno stop al quale l’allenatore dell’Emme Retail Mestre prova a dare diverse chiavi di lettura interpretandolo anche in prospettiva futura.

“Ci sono state indicazioni positive ed altre meno. Abbiamo tenuto testa alla seconda forza del campionato, recuperando quando stavamo sotto e riuscendo a non uscire mai dalla partita. Se è vero però che abbiamo portato la sfida ad essere decisa nell’ultimo possesso contro un ottimo avversario, è altrettanto vero che poi in quel possesso decisivo non abbiamo dimostrato la brillantezza necessaria al salto di qualità. Nell’arco dei 40′ non sempre siamo stati capaci di imporre la nostra identità, il nostro tipo di gioco e nelle occasioni in cui invece siamo riusciti ad andare in campo aperto come volevamo abbiamo perso qualche palla di troppo, indice che non abbiamo ancora acquisito certe sicurezze”.

Non solo nella ricerca di maggiore lucidità e qualità nei momenti topici passa la differenza tra il semplice sogno di puntare al vertice e la reale ambizione a poterlo fare. “L’ho già detto ai ragazzi: il giudizio sulla sconfitta contro Jesolo andrebbe in realtà sospeso, aldilà delle considerazioni fin qui fatte. Una squadra si giudica anche dalla capacità di rialzarsi dopo gli scivoloni e in questo senso potrebbe pure essere salutare la sconfitta nel derby. Domenica contro Corno di Rosazzo mi aspetto dai ragazzi una reazione immediata e una crescita nella gestione di alcune situazioni che come già detto dobbiamo migliorare”.

Guardando la classifica- con Mestre e Corno di Rosazzo appaiate a quota 14 in un gruppone di cinque formazioni che va dal sesto al decimo posto- la sfida casalinga di domenica contro i friulani (palla a due alle 18 a Trivignano) potrebbe rivelarsi davvero importante nella corsa ad un piazzamento playoff. “I primi due posti se li giocheranno Oderzo e Jesolo, mentre dalla terza piazza in giù la graduatoria è piuttosto corta. Corno di Rosazzo è pericolosa in attacco, i risultati dicono che non è al massimo della forma ma sono comunque una compagine fisica ed esperta. Se vogliamo davvero puntare in alto, però, l’obiettivo per noi può essere solo la vittoria”.

 

Gino Drago