Sport

Esordio amaro per l’AC Mestre

Esordio con sconfitta in campionato per il Mestre che, dopo le buone premesse della coppa, non riesce a battere il Cartigliano. La formazione vicentina è stata agevolata anche dall’aver segnato subito l’1-0 col quale si è poi chiusa la partita. Il Mestre ha cercato, soprattutto nella parte centrale del match, il pareggio a tutti i costi, scontrandosi però con una condizione fisica non ancora ottimale.

La condizione fisica all’esordio

La squadra di Zecchin è stata lenta e prevedibile in alcuni momenti, in particolare non è riuscita a giocare sulle corsie laterali. La gara del Mestre è stata condizionata dall’immediato vantaggio del Cartigliano che ha trovato il gol dopo appena nove minuti grazie a Michelon. Rispetto alle partite di Coppa Italia, la formazione ospite ha iniziato il match con il freno a mano tirato. Con pochissime occasioni e tanto spazio regalato agli avversari.

Rosteghin su tutti

Bravo Rosteghin a limitare il passivo. Al 18′ sventa in tuffo un pericoloso schema su punizione. Al 25′ in uscita ferma un inserimento vicentino. Il Mestre si sveglia alla distanza. Soprattutto nell’ultimo quarto d’ora. L’avvio di secondo tempo vede ancora il Mestre ben messo in campo e determinato alla ricerca del pareggio. Nel finale è più il Cartigliano ad andare vicino al raddoppio che il Mestre al pareggio. In più di una circostanza, nell’ultimo periodo di gara, è stato Rosteghin a tenere in vita gli ospiti.

Zecchin duro all’esordio: «Molto male. Migliore in campo? Il portiere»

Gianpietro Zecchin non è per nulla contento della prestazione del suo Mestre nella prima giornata di campionato. La formazione arancionera ha disputato una prova fortemente incolore. «È andata molto male, non ci siamo proprio. Abbiamo disputato una brutta partita, siamo stati poco costanti e loro hanno fatto molto di più. Hanno avuto maggiori occasioni, sono stati più incisivi e ogni volta che sono stati pericolosi è stato per colpa nostra. Basti pensare che il portiere è stato il nostro miglior in campo. Non ci siamo proprio. Il nostro approccio è stato totalmente errato, da dimenticare. Sarà una cosa sulla quale ci confronteremo in settimana».

La prossima gara

E intanto ora tutti con la testa alla prima sfida in casa al Baracca contro l’Adriese, avversario tutt’altro che facile.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close