Gala del Triathlon Veneto

Tesserati oltre quota 2.400, più di 10.400 atleti in gara, 48 società attive, 20 giudici, 24 giornate di gara per 48 manifestazioni.

Numeri importanti per il Triathlon Veneto che sabato 20 gennaio, si è ritrovato per la festa annuale che celebra i successi del 2017. Centinaia sono stati i partecipanti convocati nella sala comunale “Fornace Carotta” di Padova, per la Festa regionale del triathlon, che ha visto la sfilata di 120 premiati, tra campionati regionali (delle specialità duathlon sprint, triathlon olimpico, aquathlon classico, triathlon cross country in mountain bike e triathlon sprint) e vincitori della Coppa Veneto, Kids ed Age Group.

Presenti alla cerimonia, guidati dal presidente del Comitato Veneto della Fitri, Vladi Vardiero e dal suo consiglio, il consigliere comunale delegato, Antonio Foresta, i presidenti veneti del Coni, Gianfranco Bardelle, del Cip, Ruggero Vilnai, il direttore tecnico Fitri del settore paratriathlon, Matteo Cambi e il canottiere campione olimpico Rossano Galtarossa (che ha raccontato, in particolare ai giovanissimi, della sua carriera sportiva, dalle prime esperienze con il canottaggio alle sue sei Olimpiadi).

Tra i premiati 2017, come miglior dirigente il trevigiano Aldo Zanetti, come miglior paratriatleta, il veronese Manuel Marson, come miglior giudice il veneziano Giorgio Ardit. Tra i migliori atleti, per Mirco Lazzaretto (Rari Nantes Marostica VI) e Elisabetta Aspetti (T’N’T’ VR) il riconoscimento giovanile, per Michele Bellemo (Delfino Chioggia VE) e Eva Serena (333 Triathlon TV) quello Age Group. Per quanto riguarda invece la Coppa Veneto, a livello di società, tra i Kids, dominio delle trevigiane Silca Ultralite Vittorio Veneto (prima nella classifica dei Giovanissimi, davanti a T’N’T e Cus Padova, e seconda tra i Giovani) ed Eroi del Piave (capolista dei Giovani, con terzo posto per Padovanuoto Triathlon). Tra gli Age Group primo posto di Padovanuoto Triathlon, davanti alle veneziane Asi Triathlon Noale e Delfino Chioggia.

Numeri importanti, dunque, per un movimento in crescita a livello regionale come nazionale. In Veneto le 48 società attive, divise tra Verona (14), Treviso (10), Venezia (8), Vicenza e Padova (7) e Rovigo (2), hanno proposto ben 48 eventi.

“In questo 2017 possiamo dire di aver fatto tanto, 48 manifestazioni sono un numero elevato, tra queste poi alcune sono state di altissimo livello, come quelle che hanno assegnato i titoli italiani, il cross country in Alpago e quello giovanile a Caorle, entrambi organizzati da Silca Ultralite Vittorio Veneto – commenta il presidente del Comitato Veneto della Fitri, Vladi Vardiero – l’anno da poco passato ci ha regalato risultati più che positivi a livello agonistico e anche a livello di partecipazione, con incremento generalizzato e in particolare femminile. La sfida del prossimo anno sarà quello di creare un maggiore coinvolgimento delle scuole ai giochi studenteschi per il progetto del duathlon. Proprio ad aprile (con probabile replica a settembre) si terrà un corso di aggiornamento per gli insegnanti di educazione motoria delle province di Padova, Venezia e Treviso. Le potenzialità per il coinvolgimento dei giovani e dei giovanissimi, partendo proprio dalle scuole, sono tante”.

Giancarlo Noviello