Giovani d’oro: boom di medaglie per i padovani

Dal 9 al 15 Ottobre si sono tenuti in Liguria gli “European Para Youth Games” che hanno fatto registrare per l’Italia ben 74 medaglie (29 Ori, 30 Argenti e 15 Bronzi), facendola piazzare al secondo posto nel medagliere generale.I 4 padovani si sono contraddistinti con 9 medaglie in tre discipline: Atletica leggera, Boccia e Nuoto. Per la boccia arriva la prima medaglia Internazionale D’Oro nella giovane storia della disciplina nel nostro Paese. A compiere quest’impresa è stato il padovano Elia Vettore della Orange Bowl, che si aggiudica dapprima la semifinale BC2 contro il croato Denis Jakus per 7-2, per poi sfidare in finale l’altro croato Luka Wagner, che batte con un solo punto di differenza.

Immensa soddisfazione da parte del Presidente Orange Bowl, Samuele Fabian “Sono felicissimo per Elia e per tutta la nostra società Per noi è un risultato inaspettato, visto che siamo nati solo due anni fa”.  Ottimo bottino anche per l’Atletica Leggera, con le due medaglie di Marianna Agostini (Argento nel Salto in lungo e nei 100 metri T12) e l’argento di Mario Bertolaso nei 400 metri T20. Ma il boom di medaglie si registra nel nuoto.Per il team guidato dal tecnico e capo delegazione Federica Fornasiero sono ben 38 gli allori conquistati, di cui 11 dagli atleti veneti. Primo fra tutti il padovano Antonio Fantin che torna a casa con ben 5 Medaglie al collo, quattro d’Oro  e una d’Argento.

Entusiasta il Presidente CIP Veneto Ruggero Vilnai: “Mi congratulo con gli atleti per i risultati raggiunti e soprattutto con le società e i tecnici, per aver sostenuto questi ragazzi nel loro percorso di crescita personale e sportivo. Queste sono ottime basi per futuri importanti traguardi”.

 

 

Giuliana Lucca