Gli arancioneri si preparano alla prova del 9

Partita ostica per gli arancioneri questa sera a San Benedetto del Tronto (diretta Sportitalia alle 20.45). Pesano le assenze e il fatto che si vada ad affrontare una squadra che ha registrato 3 pareggi nelle ultime 3 gare e dove la voglia di tornare a vincere per non perdere le prime posizioni è fortissima. Ad analizzare la partita ci pensa mister Zironelli.

«Noi proseguiamo sulla nostra linea anche se rischiamo di avere assenze pesanti. Non so, infatti, se saranno della partita Kirwan, Martignago e Beccaro le cui condizioni saranno valutate nella rifinitura di oggi. Almeno ho recuperato Zecchin e Bonaldi ma non sono ancora se giocheranno dall’inizio. Per il resto li ho tutti a disposizione. Secondo me sarà una delle partite più difficili per noi visto che loro sono una delle antagoniste del Padova e saranno agguerriti.

Noi cercheremo come sempre di bloccare le loro folate offensive e ripartire con il nostro gioco. Abbiamo lavorato bene e pensiamo di partita in partita e scendiamo in campo senza pensare al tour de force che ci aspetta dopo San Benedetto del Tronto».

Da San Benedetto l’ambiente non è tra i più sereni dopo che Capuano ha pubblicamente redarguito un suo giocatore per non aver applicato bene uno schema venendo ripreso dal suo stesso presidente che non ha gradito l’attacco frontale ai giocatori e ha dichiarato di sentirsi come ai tempi di Moriero.

Digerito il colpo comunque Capuano teme gli arancioneri. «Non ci sono partite facili in questo campionato e ormai questo è un dato di fatto. Noi proveremo a vincere e sono sicuro che ci riusciremo se riusciremo a ripetere le prestazioni che abbiamo sfoderato contro Padova e Reggiana. Il Mestre è una squadra da affrontare con intelligenza: io mi auguro che venga qui a giocarsi la partita a viso aperto, ma questa sarà una scelta strategica che spetterà al loro allenatore. Speriamo solo che certi episodi girino a nostro favore, come invece non è accaduto nelle ultime settimane».

Partirà sicuramente dalla panchina Armin Bacinovic, elemento di spicco tra i rossoblù ma lontano dalla migliore condizione. «Il suo problema è il peso – sottolinea Capuano – perché da quando glielo ho fatto presente ha perso 3,8 kg, ma c’è ancora da fare. Comunque sono sicuro che sarà determinante in questa seconda parte di stagione». Sul primo posto Capuano è realista «Io sono un romantico, ma ai sogni ci credo poco. Per perdere questo campionato il Padova dovrebbe suicidarsi, anche se il girone A dello scorso anno ci insegna che nel calcio tutto può succedere…»

A.C.M.