Gli ex della Calvi Noale premiano Giorgio Chioatto

Sono trascorsi oltre quarant’anni ma Giorgio Chioatto è rimasto nel cuore di tanti calciatori che militavano nella Calvi Noale degli anni settanta. Era arrivato per seguire il settore giovanile ma poi si ritrovò a guidare la prima squadra che disputava l’allora Promozione equivalente all’attuale Eccellenza riuscendo a creare un gruppo armonico ed unito come la ventina di ex calciatori ha ricordato durante la serata conviviale svoltasi al ristorante La Cicala di Cappelletta di Noale. “E’ stata un piacere – hanno detto gli ex della Calvi – ritrovarci e stare assieme a Giorgio Chioatto per ricordare quel gruppo che si era formato e che ha manutenuto un grande affiatamento, al di là del calcio, grazie proprio allo spirito che aveva saputo infonderci Chioatto.” Un gruppo che annoverava anche quel Luciano Favero che poi scalò le vette del calcio professionistico e che lo portò a vestire la maglia della Juventus con cui conquistò anche Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale nel 1985. Per ricordare l’amicizia e quelle stagioni di quattro decenni orsono, gli ex Calvi hanno consegnato una targa al loro maestro apparso visibilmente commosso.

L.P.