Gruppo Atletico Coin, nuovo record per la Vigato

L’azzurrina del triplo si migliora a Padova saltando 12.34, miglior misura italiana a livello under 18 dal 2014. Bel debutto per la Bertuzzi (12.08). Crescono Molinarolo (4 metri nell’asta), Marconati (5.77 nel lungo) e l’allievo Pagan (14.25 nel triplo). Farias Zin è il più veloce nei 60 (6”91). Nello sprint anche il 7”70 di Martina Favaretto a Modena

Una pioggia di record nel weekend indoor del Gruppo Atletico Coin Venezia 1949. In evidenza, ancora una volta, l’azzurrina Camilla Vigato, prima al Palaindoor di Padova, nel salto triplo con il nuovo primato personale: 12.34.

La sedicenne, portacolori del Gruppo Atletico Coin, ha migliorato di tre centimetri il proprio record assoluto (indoor e outdoor), dopo averlo eguagliato, sempre a Padova, la domenica precedente. Era dal 2014 che, in Italia, un’atleta della categoria allieve non saltava tanto lontano durante la stagione indoor. Nel salto triplo, a Padova, ha gareggiato anche la junior Chiara Bertuzzi, al debutto con la maglia del Gruppo Atletico Coin: per l’azzurrina, finalista ai Mondiali allieve di Cali 2015, ora compagna d’allenamento della Vigato sotto la guida del tecnico Enrico Lazzarin, un promettente 12.08, dopo un 2016 condizionato da vari problemi.

Il weekend padovano ha regalato al Gruppo Atletico Coin anche le vittorie di Elisa Molinarolo nell’asta (4 metri esatti, primato personale indoor migliorato di 10 centimetri) e della promessa Farias Zin nei 60 (6”91, a cinque centesimi dal proprio record). Primati personali di spessore anche per l’allievo Fabio Pagan, che ha aggiunto un centimetro (14.25) al suo miglior salto di sempre nel triplo, e per Francesca Marconati, atterrata a 5.77 nel lungo (13 centimetri di progresso rispetto al personale indoor). Natascia Meneghini è giunta terza in volata negli 800 (2’15”17), specialità in cui Miro Buroni ha colto un bel quarto posto (1’54”44). Eccellente argento per Shelomith Lanka France nei 60 (7”77), dove ha fatto esercizio di velocità l’allieva Rebecca Pavan (8”21). Nei 60 impegno anche per Martina Favaretto, che ha corso a Modena in 7”70 (dopo un 7”74 in batteria), giungendo terza ed eguagliando al centesimo il primato stagionale.

Giancarlo Noviello