Sport

Haynes lascia la Reyer. Chi capitano?

L’Umana Reyer comunica che è stata trovata l’intesa per la rescissione consensuale del contratto relativo alla prossima stagione con Marquez Haynes, in seguito all’esplicita volontà dell’ex capitano orogranata di concludere il rapporto. “La società tutta ringrazia Marquez per il suo contributo in questi tre anni in cui sono stati raggiungiti insieme traguardi storici come due scudetti e una FIBA Europe Cup. Marquez resterà sempre uno di famiglia e a lui vanno i migliori auguri per il proprio futuro”, si legge nella nota.

Haynes, l’intelligenza in campo

La “mente” in campo di Walter De Raffaele non tornerà alla Reyer, da vedere se alla base c’è soltanto un malessere di fine stagione o qualcosa di più profondo, come la richiesta di un ritocco al contratto, andando a monetizzare da un’altra parte il secondo titolo italiano vinto in tre stagioni.

Grave perdita

La Reyer perde un giocatore che ha segnato la scalata ai vertici di Venezia nell’ultimo triennio (due scudetti, una Fiba Cup, una final four di Champions League e un’altra semifinale scudetto), magari non sempre continuo come gioco, soprattutto nell’ultima stagione, ma leader in campo e dentro lo spogliatoio, professionista esemplare con se stesso e con i compagni, uscito fuori alla distanza nei playoff.

La storia di Haynes

Haynes arriva nell’estate del 2016, il play-guardia texano era reduce da una stagione a chiaro scuri vissuta tra il Banco di Sardegna Sassari e il Panathinaikos con cui si era aggiudicato la Coppa nazionale. In Italia era già stato a Siena e Milano, perdendo la finale scudetto in gara-7 al Forum di Assago. Il numero 0 della Reyer lascia da vincitore con la coppa per il trionfo in campionato alzata verso il cielo e l’abbraccio fraterno con coach De Raffaele. Rimarrà nella storia recente del club per i trofei vinti, ma soprattutto nella storia della Reyer come miglior uomo-assist (413) e più punti realizzati nei playoff (480), con alle spalle 194 presenze in orogranata tra regular season e playoff (130), coppe italiane (5) coppe europee (59 tra Champions League e Fiba Cup).

Il sostituto di Haynes

Il posto di Haynes sarà probabilmente preso da Jeremy Chappell, altra tipologia di giocatore, perché la Reyer è già coperta tra play e guardie (Stone, De Nicolao, Filloy, Tonut, magari arriva anche Campogrande) e i minuti disponibili da suddividere sono sempre gli stessi con Filloy che non è tornato a Venezia per avere lo stesso spazio avuto nella stagione passata da Marco Giuri.

Il nuovo capitano?

Passerà di mano anche il ruolo di capitano, la candidatura più plausibile è quella di Michael Bramos, già vicecapitano con Haynes e alla quinta stagione in orogranata, beniamino dei tifosi e dal comportamento cristallino sul parquet e con gli avversari. Il vice? Per “anzianità” toccherebbe a Stefano Tonut, sarebbe anche un bel segnale di ulteriore fiducia da parte della società.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close