Juniores Mestre sulla scia dei campioni

Squadra totalmente rinnovata, ragazzi che per la prima volta si affacciavano ad un torneo competitivo come quello Juniores, che a livello di preparazione e agonismo è molto simile a quelli dei campionati maggiori. Aggiungiamoci pure l’eredità della stagione 2015/16 dove la squadra di Galante era stata fra le protagoniste del torneo, ed ecco spiegato l’avvio stentato di questo campionato: tre sconfitte nelle prime tre gare. Ma il Mister, con il pieno appoggio del DS Benedetti e del Presidente Serena, non si scoraggia, convinto che questi ragazzi avrebbero potuto dare molto di più, una volta che il gruppo si fosse amalgamato e che avesse compreso appieno le proprie potenzialità.

E così inizia un nuovo campionato, fatto di fatica, sudore e consapevolezza. Nello spogliatoio si forma un gruppo di amici veri, con la stessa unità d’intenti. Al resto ci pensa il mister, assolutamente sodisfatto della voglia di recepire e di sacrificio dei suoi ragazzi, con l’ausilio fondamentale Dei suoi più stretti collaboratori. Prime vittorie, una parentesi la sconfitta di Trieste e poi la scalata continua, con un filotto di risultati utili impressionanti, culminati con la vittoria di sabato scorso nella gara di ritorno con gli alabardati e il conseguente sorpasso in classifica. Ora davanti rimane solo il Campodarsego, ma non si possono più nascondere le ambizioni di vittoria finale, tutt’altro che scontata ma ampliamente possibile.

“Avevamo visto bene” esordisce Ivan Galante, interpellato dal Sestante News “I ragazzi sono stati bravi a lavorare sodo senza mai stancarsi e in questo momento stanno molto bene fisicamente, anche grazie all’apporto fondamentale del nostro preparatore atletico Vavassori. Alcuni dei nostri ragazzi sono già sotto attenta osservazione di diversi club di serie D, ma io ho sempre detto loro che la miglior vetrina arriva alla fine, quando si decide il campionato”.

Prosegue Galante: “Per noi è importantissimo arrivare più in alto possibile e accedere alla fase finale nel migliore dei modi, consapevoli di rappresentare una realtà e una piazza importante come quella di Mestre. Uno stimolo in più arriva dal Presidente Serena, che ci è sempre vicino e segue sempre le nostre partite”.

Ora per gli Orange si avvia la fase decisiva e conclusiva del campionato, quella che deciderà la griglia per la fase successiva.

Ricordiamo brevemente il regolamento del campionato Juniores nazionale: la prima classificata accede direttamente agli ottavi di finale nazionale, dal secondo al quinto posto si accede ai play-off con partite secche. In caso di parità va avanti la squadra col miglior piazzamento in campionato. Successivamente si accede alla fase dei triangolari nazionali e le vincenti accederanno agli ottavi, con la classica formula della sfida andata/ritorno. La finale nazionale è prevista per il 17 giugno.

“Ora sotto col Belluno” conclude Galante “L’attenzione dev’essere al massimo perché non ci sono partite facili. Noi abbiamo fame e non molleremo certo neanche di un millimetro. Aspettiamo lo scontro diretto con il Campodarsego con la nostra solita filosofia, affrontando le partite una ad una con la massima concentrazione”.

Andrea Checconi