La Maratonina dei Dogi: un’emozione lunga vent’anni

Vent'anni di corsa

Vent’anni di corsa ed emozioni. E’ un compleanno speciale quello che attende la Dogi’s Half Marathon. Il 9 aprile 2017 la prestigiosa mezza maratona della Riviera dei Dogi raggiungerà il traguardo delle venti edizioni. L’Atletica Riviera del Brenta, società organizzatrice dell’evento, è al lavoro da mesi per far sì che la prossima Dogi’s Half Marathon sia un appuntamento davvero indimenticabile.

“Stiamo pensando ad un intero weekend di eventi che coniughi sport e promozione del territorio – spiega il presidente dell’Atletica Riviera del Brenta, Michele Stellon -. Dalla scorsa edizione, la Dogi’s Half Marathon ha, a tutti gli effetti, la qualifica di gara internazionale e la Riviera del Brenta, grazie anche alla vicinanza con Venezia, rappresenta un grande motivo di richiamo per tanti appassionati che amano coniugare corsa e turismo. Non a caso, pur mancando oltre tre mesi all’evento, ci sono già giunte diverse richieste di partecipazione dall’estero, dal Nord Europa in particolare”.

Nel 2016 il percorso della Dogi’s Half Marathon ha ricevuto la prestigiosa omologazione Aims-Iaaf. Una garanzia di qualità tecnica ed organizzativa, che si abbina allo splendore della terra dei Dogi: basti pensare che lungo i 21,097 chilometri di gara sorgono ben 19 ville venete, compresa la celebre Villa Pisani a Stra.

La Dogi’s Half Marathon attraversa il territorio di quattro Comuni della Riviera del Brenta: Fiesso d’Artico, Stra, Mira e Dolo. Il tracciato, ad ogni edizione, ruota partenza e arrivo tra le quattro cittadine, con il risultato di offrire agli atleti la sensazione di correre su un percorso sempre nuovo. Dopo Dolo, baricentro dell’edizione 2016, nel 2017 partenza e arrivo della Dogi’s Half Marathon saranno a Fiesso d’Artico.

Dogi’s Half Marathon significa anche solidarietà: l’edizione 2017 promuoverà infatti una raccolta di fondi da destinare a Team for Children Onlus.

“Ogni anno la Dogi’s Half Marathon abbraccia un diverso progetto di solidarietà – continua Stellon –. Per il 2017 abbiamo scelto Team for Children Onlus, associazione che da diversi anni collabora con i medici della clinica di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale di Padova, fornendo un importante contributo alle attività del reparto e alle necessità dei bambini ammalati e delle loro famiglie”.

Lino Perini