L’Invencible Armada

Continua l'impressionante cammino del Mestre: 5 vittorie su 5 nel ritorno

Ormai non ci sono più aggettivi per descriverli. Gli arancioneri viaggiano come macchine da guerra. Primi in classifica con ben 10 punti di distacco dalla Triestina e 16 del Campodarsego abbattuto per 3 a 1 e che, probabilmente, ha abbandonato ogni sogno di gloria. Ormai è corsa a due e il Mestre dalla sua ha il miglior attacco del campionato, il capocannoniere (Dario Sottovia) e la terza miglior difesa.

Mister Zironelli non si nasconde: “Abbiamo segnato 40 gol. Vero, le mie squadre segnano sempre tanto ma quest’anno stiamo anche subendo pochi gol. Creiamo occasioni da rete in tutti i 90′ e prima o poi le buttiamo dentro, ma, soprattutto, non smettiamo di cercare sempre la vittoria”.

Nei primi posti della classifica cannonieri sono addirittura 4 i ragazzi di “Ziro” segno che tutti vengono messi in condizioni di andare in rete; se poi si aggiungono partite come quella contro i padovani in cui (tolto il gol subito dopo 50” con Gagno che poteva andare a farsi la doccia e lasciare la porta libera) si contano non meno di 15/20 palle gol il resto si racconta da solo.

Adesso inizia un giro di boa importante. Prima si comincia con l’Eclisse Careni Pievigina che si giocherà domenica a Chioggia per l’impossibilità di usare il campo di Mogliano, poi Este fuori casa, Feltre (che si spera di giocare al Baracca visto che anche il secondo sopralluogo sembra sia andato bene),  l’Arzichiampo fuori casa e Altovicentino. “Se vinciamo tutte le gare di quel giro di boa possiamo dire di avere messo una grande ipoteca sulla vittoria finale anche perché paradossalmente possiamo permetterci persino un pari con la Triestina e dopo mancherebbero solo 4 partite alla chiusura” conferma il capitano Marco Beccaro.

Di certo questo permetterebbe di avvicinarsi sempre di più al traguardo concedendosi il “lusso” anche di un pari con la Triestina. Ma questi ragazzi hanno “fame” e se non ci saranno cali di concentrazione (cosa difficile visto la mentalità che Zironelli ha dato al gruppo) si potrebbe anche assistere a un girone di ritorno fatto solo di vittorie. E non sarebbe solo record…sarebbe Lega Pro!!

 

Gian Nicola Pittalis