Maratonina di Udine: uno spettacolo nel segno del Kenya, bronzo Epis

Kenya e ancora Kenya. Noah Kigen Kiprotich e Wilfridah Moseti hanno vinto la 18^ edizione della maratonina internazionale Città di Udine, che ha confermato la spettacolarità del percorso da Cividale del Friuli al capoluogo introdotto l’anno scorso. I keniani sono stati protagonisti assoluti sin dai primi chilometri di gara. Noah Kigen Kiprotich, 28 anni, ha chiuso in 1h01,120, non lontano dal primato personale, staccando al 14° chilometro il connazionale Erik Koskei, arrivato al traguardo in 1h02,10, a 57” dal vincitore. Keniano anche il terzo classificato, Paul Mwangi, che ha fermato il cronometro a 1h03,58”.

Sfida Kenya-Etiopia, invece, nella gara femminile, dove  Wilfridah Moseti ha  preceduto Yetsehay Desalegn: 1h11,55” il tempo della keniana, 1h13,06” per l’etiope. Ottima terza, dopo una gara in rimonta, l’azzurra Giovanna Epis. La veneziana dei Carabinieri ha corso in 1h13,37”, avvicinando il primato personale (1h13,03”) datato 2011. Il tempo che volevo, dopo tanti 1h14′ – ha commentato Epis -. Sono partita prudente, al 10° chilometro ho superato la keniana Eyapan (quarta in 1h17,46”, ndr). Poi non ho più avuto problemi. Il percorso è bellissimo e molto scorrevole. Un ottimo test in vista della maratona di Amsterdam che correrò tra un mese”.

Ben 1.760 gli iscritti (e 1.440 arrivati), a conferma di un evento tra più apprezzati nel panorama delle corse su strada italiane. Alla partenza a Cividale, e in corsa per pochi chilometri, anche Lornah Kiplagat che sabato aveva ricevuto il Sigillo della città di Udine dal sindaco Furio Honsell, nel decennale della miglior prestazione mondiale (1h06,25”) stabilita dalla formidabile atleta keniana naturalizzata nell’edizione 2007 della maratonina. In attesa dell’arrivo della gara sui 21,097 km, seicento persone hanno partecipato alla Straudine Bluenergy, che di prima mattina ha animato le vie della città. Primo sul traguardo, condiviso con la mezza maratona, il giovane bresciano Gianluigi Inzoli. Ma la Straudine Bluenergy è stata soprattutto una grande festa per tanti appassionati che hanno affrontato i 6 chilometri di corsa nel cuore del centro storico.

Dal presidente dell’Associazione Maratonina Udinese,  Paolo Bordon, compiacimento per l’ottimo esito della manifestazione, lunga l’intero weekend, e un ringraziamento a tutti gli attori dell’evento:  “Grazie ha dichiarato Bordon  a quanti hanno scelto di partecipare alla mezza maratona e ai numerosi eventi collaterali, che hanno riempito l’intera giornata di sabato. Ancora una volta il programma è stato capace di coinvolgere varie categorie di persone, dalle scuole (con la Staffetta Itas Assicurazioni, ndr) ai bambini e alle famiglie, protagonisti della Minurun Despar, fino agli amici a quattro zampe, cui è riservata la Corsa con il cane Schesir. Ci sono poi, naturalmente, gli atleti della Maratonina, che come nel 2016 è partita dalla splendida Cividale. Siamo grati al nostro main sponsor, la Banca Popolare di Cividale, e alle amministrazioni dei Comuni toccati dal percorso, da Cividale appunto a Moimacco, Remanzacco e ovviamente Udine, che ha voluto celebrare la circostanza con la solenne consegna del sigillo della città alla campionessa Lornah Kiplagat. Particolarmente significativo, poi, il fatto che nella cornice della Maratonina si sia inserita la V Half Marathon per disabili intellettivi. Tutto ciò è frutto di un impegno intenso e corale: un grazie speciale – conclude Bordon – ai tanti volontari che con la propria dedizione e passione rendono possibile questa straordinaria festa dello sport”.

Insieme a Bordon, presenti alle premiazioni l’assessore regionale Mariagrazia Santoro, l’assessore provinciale Beppino Govetto, l’assessore del Comune di Udine Enrico Pizza, il sindaco di Moimacco Enrico Basaldella, il consigliere del Comune di Remanzacco Anna Landriscina e il direttore generale della Banca Popolare di Cividale, Federico Fabbro. Alla partenza, a Cividale, presente anche la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, insieme al presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop, all’assessore allo Sport del Comune di Cividale Giuseppe Ruolo e ai vicepresidenti della Banca Popolare di Cividale, Guglielmo Pelizzo e Andrea Stedile.

 

GIA.NOV