Molinarolo, Atletica Coin, medaglia di bronzo agli assoluti

Splendido terzo posto dell’astista ai campionati italiani indoor di Ancona. Martina Favaretto, finalista nei 60 metri, torna nell’Olimpo dello sprint azzurro. Inverno da incorniciare per la società di Piero Coin che ha conquistato medaglie tricolori ad ogni livello.

Continuano gli ottimi risultati del Gruppo Atletico Aristide Coin Venezia 1949 prosegue. Nello scorso fine settimana, agli Assoluti indoor di Ancona, è salita sul podio tricolore l’astista Elisa Molinarolo, una delle “anime” del gruppo femminile “tuttonero” che l’anno scorso ha vinto la serie B dei campionati italiani assoluti di società. Elisa, 23 anni, ex ginnasta di livello nazionale, è giunta terza in una gara di asta caratterizzata da grande incertezza. L’allieva di Marco Chiarello ha saltato 4.10, aggiungendo 5 centimetri alla sua miglior misura di sempre. Sulla stessa quota, anche l’argento di Elena Scarpellini. Mentre l’oro è andato alla sorprendente allieva Maria Roberta Gherca, unica a superare i 4.15. Una grande soddisfazione per Elisa Molinarolo che, progresso dopo progresso, si è ormai ritagliata uno spazio tra le migliori astiste italiane.

Gli Assoluti di Ancona hanno anche salutato il ritorno ad alto livello della promessa Martina Favaretto, ottava nei 60 in 7”63, dopo un 7”61 in batteria e soprattutto un 7”56 in semifinale che rappresenta il suo secondo miglior tempo di sempre, a 2 centesimi dal personale del 2014. Dopo aver perso gran parte della stagione 2016 a causa di un grave infortunio, Martina è un’atleta ormai pienamente recuperata che ad Ancona si è anche tolta la soddisfazione di mettersi alle spalle tutte le coetanee della categoria promesse. Altri atleti del Coin in gara agli Assoluti si sono resi protagonisti di risultati importanti.  Shelomith Lankai France è giunta 12^ nei 60 con un bel 7”64 in semifinale, a due centesimi dal record personale. Natascia Meneghini si è piazzata 11^ nei 1500 in 4’41”13. Tredicesimo posto per Francesca Marconati nel lungo (5.55) e 17^ piazza per Miro Buroni negli 800 (1’54”78). Nella classifica femminile di società il club veneziano ha colto un ottimo 15° posto su 59 club in graduatoria. Assoluti indoor dunque da incorniciare per il Gruppo Atletico Coin, dopo le grandi soddisfazioni raccolte nelle rassegne nazionali giovanili.

Primo traguardo tricolore, in ordine di tempo, erano stati i campionati italiani juniores e promesse, dove la società veneziana aveva conquistato l’argento della già citata Favaretto nei 60 e il bronzo della junior Chiara Bertuzzi nel triplo. Poi la rassegna nazionale allievi, con i due ori vinti da Camilla Vigato (lungo e triplo), il titolo conquistato da Fabio Pagan (triplo) e l’argento di Rebecca Pavan (alto), oltre al bronzo nel campionato italiano femminile di società. Gruppo Atletico Coin in evidenza anche con i suoi giovanissimi. Nella “due giorni” indoor di Padova spicca il 5.19 della cadetta Giulia Cipriani nel lungo. Per lei un progresso di 5 centimetri sul primato personale e una misura di vertice italiano per la categoria. Applausi anche per Valentina Spolador e Marco Masato, che hanno corso i 60 rispettivamente in 8”38 e 7”76.

Giancarlo Noviello