Moto: Presentata la MotoE ™ World Cup 2019

MotoE:  è stato presentato a Roma il nuovo e innovativo progetto dedicato alla nuova generazione di moto. Il futuro sarà MotoE, una motocicletta dal cuore elettrico che promette prestazioni da MotoGP, senza emissioni di Co2 e gas di scarico.  L’ha provata per primo il tre volte campione del mondo Loris Capirossi, a lui è stato affidato il compito di testare la nuova MotoE in pista, prima del debutto nella Coppa del Mondo FEL Enel MotoE™,  dopo i primi giri il pilota ha affermato: “le sensazioni su questa moto sono diverse mi sono divertito. Mi sono stupito perché sono moto divertenti da guidare e siamo solo all’inizio dello sviluppo – ha detto – Le cosa più strana è non trovare le leve del cambio e la frizione, il peso è elevato ma posto in basso quindi non si avverte, è una moto agile. Ha una coppia incredibile e puoi veramente giocare con la potenza. E poi, viviamo sempre nel caos, stare a volte nel silenzio è bellissimo”.

Dal 2019 Enel sarà il main sponsor della Coppa del mondo FIM MotoE™, e vedrà 18 piloti e 7 team di MotoGP interessati al nuovo campionato con moto completamente elettriche, riconosciuto dalla Federazione.

La società ha anche annunciato il suo nuovo ruolo di Sustainable Power Partner di MotoGP™, condividendo una visione comune con Dorna, detentore dei diritti commerciali dell’evento, che punta sull’impegno a lungo termine dello sport per la sua sostenibilità.

La nuova MotoE™ World Cup sarà un salto nel futuro attraverso le competizioni delle prime motociclette elettriche Fast Charge prodotte dall’azienda italiana Energica, che riuniscono prestazioni e zero emissioni.

Vito Ippolito, Presidente della FIM, ha commentato: “Siamo lieti di annunciare questa nuova partnership Dorna-Enel, con Enel che ha mostrato un solido piano nello sviluppo di tecnologie per la generazione di energia rinnovabile. La FIM è iniziata con un programma di sostenibilità 25 anni fa. Consideriamo questo come un pilastro chiave per il futuro del motociclismo e per l’evoluzione nel campo delle energie alternative. Siamo assolutamente fiduciosi che la partnership tra Dorna, Energica ed Enel garantirà che all’interno del settore sportivo, stiamo contribuendo al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, in particolare quelli relativi all’energia pulita a prezzi accessibili “.

Enel collaborerà con Dorna per fornire a MotoGP soluzioni energetiche avanzate, comprese quelle volte a migliorare l’efficienza energetica degli eventi della competizione. Enel progetterà e fornirà dispositivi di ricarica intelligenti per garantire una ricarica rapida per le motociclette Energica, grazie al quale un caricabatterie mobile appositamente progettato per batterie, in grado di caricare completamente una moto in meno di 30 minuti, sarà collegato alla piattaforma di mobilità intelligente di Enel per ottimizzare il processo di ricarica. La piattaforma sopra menzionata integra le tecnologie all’avanguardia della piattaforma Electro Mobility Management (EMM) di Enel, che consente il monitoraggio remoto delle stazioni di ricarica, e la piattaforma JuiceNet, sviluppata dalla controllata americana di Enel eMotorWerks, che consente l’aggregazione di strutture di storage distribuito.

Conosciamo meglio la MotoE

Dall’apparenza normale la MotoE nasconde un propulsore elettrico da 147 Cv che può raggiungere i 250 Km/h di velocità massima, con uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi e un tempo di ricarica di appena di mezz’ora. Attualmente però va considerato che non riesce a completare tutti i giri di una gara in “full-power” e che non emette quella sinfonia amata dai bikers.

In nuovo concept piace, saranno gare sprint di contorno al motomondiale, sugli stessi tracciati (8 per adesso), le critiche sono le stesse all’esordio della formulaE, ma nei prossimi anni si svilupperanno batterie più potenti per autonomie più lunghe. Una bella sfida per Dorna e il suo staff ma il futuro non è poi così lontano, ne vedremo delle belle.

Buono Sport a Tutti

Alessio Marini