Padova semifinale amara

Il Venezia vola in finale di Coppa Italia di Lega Pro, dopo aver sconfitto per 3-1 il Padova nel ritorno al “Penzo”. In gol Fabiano, con una doppietta, e poi Stulac. Per il Padova, rete di De Cenco per il momentaneo 2-1. Nel doppio confronto, gli arancioneroverdi affronteranno il Matera, che nel pomeriggio ha eliminato l’Ancona.

Parte subito con il piede sull’acceleratore il Venezia e ne sa qualcosa Ferrari, bravo a bruciare Sbraga sulla sinistra, andare sul fondo e mettere rasoterra in mezzo per l’accorrente Fabiano che scaraventa in porta. L’1-0 mette gli uomini di Filippo Inzaghi in una situazione favorevole ma un gol del Padova rimetterebbe tutto in discussione; e, infatti, prima Boniotti e poi Mazzocco fanno correre qualche brivido a Vicario. I due, al 29′, confezionano l’azione più pericolosa, con il primo che mette in mezzo dalla sinistra e il secondo anticipa tutti di testa ma la sfera è a lato.
Inizio ripresa e ancora Venezia a tutto gas; prima è Caccavallo a centrare la traversa (al 2′) ma non c’è neanche il tempo per disperarsi che un minuto dopo arriva il 2-0 con una sventola da fuori di Stulac e la palla finisce nell’angolino destro difeso da Favaro. I biancoscudati non demordono e riaprono il discorso qualificazione con De Cenco al 15′, che sfrutta un’uscita a vuoto di Vicario. A questo punto tutto può succedere perché il 2-2 sarebbe favorevole agli ospiti. Invece al 24′ Fabiano sigla il 3-1 dopo una sponda di Malomo. Il Venezia sfiora per due volte il 4-1 con Ferrari ma il risultato non cambia più.

Giuliana Lucca