Pattinaggio, che spettacolo

“Stelle sotto le stelle” incanta Piazza dei Signori. Grande successo, giovedì sera a Treviso, per la settima edizione dello show sulle rotelle organizzato dalla delegazione territoriale della Fisr in collaborazione con l’amministrazione comunale

Musica, rotelle e fantasia. Il grande show del pattinaggio trevigiano ha regalato giovedì scorso spettacolo ed emozioni. Luci, colori e virtuosismi sui pattini hanno riempito Piazza dei Signori a Treviso, in occasione della settima edizione di “Stelle sotto le stelle”, tradizionale rassegna sulle rotelle organizzata dalla delegazione territoriale della Fisr, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Iniziata con la musica di Ottoni di Marca, la serata di “Stelle sotto le stelle” ha offerto grande passerella per pattinatori giovani e meno giovani. Per talenti affermati e speranze in rampa di lancio. I protagonisti di un movimento vivace e multiforme, che fra il Trevigiano e il Bellunese vanta una quarantina di società, in maggioranza dedite al pattinaggio artistico, e circa 3.000 tesserati.

“Siamo considerati uno sport minore, ma in questi giorni il pattinaggio era presente all’Universiade di Taipei e nel 2020 la nostra Federazione sarà presente per la prima volta all’Olimpiade. L’organizzazione di ‘Stelle sotto le stelle’ è particolarmente complicata, ma eventi come questi sono fondamentali per la nostra attività perché portano il pattinaggio fuori dai palazzetti e lo fanno conoscere al grande pubblico”, ha commentato Bruno Sartorato, delegato territoriale della Fisr, la “nuova” Federazione italiana degli sport rotellistici, e organizzatore, insieme a Luciano Campion e a Martina Sottosanti, di una serata che ha riempito il cuore di Treviso di musica, colori e acrobazie. Splendida la cornice, un migliaio di persone assiepate lungo il perimetro di una pista lunga 40 metri e larga 20, arrivata appositamente da Bologna. Originale lo spettacolo che si è sviluppato per quasi due ore tra salti e piroette, danze e coreografie da lasciare a bocca aperta.

Applausi a scena aperta per tutti. Per i singoli (da Silvia Santinon a Vittoria Saccon, da Caterina Lecchi a Giulia Rita Serafin, a Clarissa Bellagamba). E per i gruppi, espressione di una passione che non conosce confini e che ieri ha accomunato il Grande Gruppo dell’Italian Show, i gruppi Jeunesse delle Royal Eagles, dell’Italian Show e del Division, il Gruppo Amatoriale di Sedico e il Piccolo Gruppo Divisione Nazionale di Portogruaro. Poi, in chiusura, ovazione per il plurititolato Grande Gruppo delle Royal Eagles, in partenza per i World Roller Games di Nanchino. Al pari di Andrea Girotto, altra stella assoluta del pattinaggio di Marca, che ha salutato Treviso in apertura di serata, prima di sedersi tra il pubblico a godersi lo spettacolo. Non è mancato una passerella per il pattinaggio corsa della Polisportiva Casier, che quest’anno ha raccolto successi ad ogni livello. E per il freestyle, che ha offerto i virtuosismi – slalom e salti – dei Fun Blades di Spinea. La maglia del pattinaggio risiede anche in questo cocktail di abilità ed emozioni, che si sviluppano sotto il comune segno della passione. Treviso, ancora una volta, ha molto apprezzato.

Questi gli atleti e le società presenti all’edizione 2017 di “Stelle sotto le stelle”. Pattinaggio artistico. Singoli: Silvia Santinon (Polisportiva Salvatronda), Vittoria Saccon (Scuola di Pattinaggio Artistico Musano), Caterina Lecchi (Sporting Treviso), Giulia Rita Serafin (Skating Spresiano),  Clarissa Bellagamba (Scuola di Pattinaggio Artistico Musano). Gruppi: Grande Gruppo Italian Show (Skating Club Mottense); Gruppo Jeunesse Royal Eagles (Skating Club Don Bosco Mareno); Gruppo Jeunesse Division (Pattinaggio Artistico Portogruaro); Gruppo Jeunesse Italian Show (Skating Club Mottense); Gruppo amatoriale Skating Club Sedico; Piccolo Gruppo Divisione Nazionale (Pattinaggio Artistico Portogruaro); Grande Gruppo Royal Eagles (Skating Club Don Bosco Mareno). Pattinaggio corsa: Polisportiva Casier. Freestyle: Fun Blades Spinea.

(GIA.NOV)