Santuz furibondo dopo l’ennesima sconfitta

Il Ds si sfoga dopo il ko di Molfetta

Duro sfogo del direttore sportivo della Kioene Padova, dopo il k.o. di Molfetta. “Ci sono dei limiti oltre i quali non si può scendere e domenica scorsa li abbiamo superati. Parlo di limiti di decenza sul piano del rendimento tecnico e, più ancora, dell’atteggiamento mostrato sotto rete, soprattutto nel primo set. Provvedimenti? Non è una questione di punizioni, ma di far capire a tutti che in Superlega non si può pensare di scendere in campo senza la giusta determinazione. All’impegno della società deve far riscontro quello dei giocatori. E a Molfetta non c’è stato”.

Il “caso Giannotti”, giocatore a cui è stata tolta la fascia di capitano, non ha aiutato a migliorare il clima. Anche in Puglia è partito dalla panchina. “Con lui non esiste alcun tipo di problema – la risposta di Santuz – In questo momento sta giocando da opposto Milan, con un discreto rendimento. Giannotti resta una nostra risorsa”. Le sconfitte consecutive sono 8. Ci saranno novità dal mercato? “Stiamo valutando ogni possibilità – spiega il ds – ma non è facile trovare qualcuno di livello. In base al regolamento può arrivare solo un elemento che non abbia già giocato in Italia in questa stagione e, all’estero, tutti i campionati sono attualmente in corso. Di sicuro, se concluderemo un’operazione, non sarà tanto per fare”.

Giuliana Lucca