Semper Fidelis

Sostegno incondizionato, al di là del risultato.
C’è voglia di ripartire nel Mestre, dopo la terza sconfitta in fila e i tifosi, senza nessun annuncio, durante l’allenamento hanno srotolato questo striscione allo stadio Baracca, dove la squadra di Mauro Zironelli aveva ripreso la preparazione in vista della gara contro l’Albinoleffe.

Erano oltre settanta i sostenitori che hanno sorpreso i giocatori con il loro gesto accompagnandoli con cori e urla di incitamento. Un gesto che ha particolarmente colpito staff e giocatori che hanno interrotto la seduta per recarsi sotto la curva e ringraziare come fanno ad partita vinta o persa.

Un’emozione come ha raccontato Alessandro Fabbri. «È stata una bella sorpresa, non ce l’aspettavamo, sono quelle cose che ti fanno capire che ci sono persone che hanno tanta passione ed è bello sapere che, anche nei momenti difficili, c’è sempre chi ci supporta. Vogliamo interrompere il trend negativo delle ultime partite, ci serve una sterzata, e la partita di venerdì è molto importante per ripartire con la carica giusta per l’anno nuovo».

Oltre alla sorpresa inaspettata, anche buone notizie in casa arancionera. A parte Zecchin squalificato e Neto alle prese con la distorsione rimediata nell’ultima gara (lo rivedremo l’8 gennaio), tutti a disposizione per Zironelli con il ritorno di Armando Perna e il recupero totale dalla pubalgia di Sottovia. Buone notizie anche da Sodinha che ha recuperato dall’affaticamento muscolare e da Boscolo che se l’è cavata solo con una botta.

A breve inoltre, come ha anticipato il direttore sportivo Enrico Busolin, arriveranno due giovani in sostituzione di Pozzebon (rottura del crociato) e Zanetti, ma anche se i nomi verranno rivelati solo il 5 gennaio 2018, anche se il DG ha svelato che saranno un esterno ed un centrocampista.

 

 

 

 

G.N.P.