Sport

Una Tappa storica

Una tappa entusiasmante.

Ha vinto Damiano Cima, che per primo taglia il traguardo della 18esima Tappa del 102esima Giro d’Italia. Ma ha vinto anche una città intera, Santa Maria di Sala. Una terra di ciclisti, che ha dato i natali a tanti assi delle due ruote. Toni Bevilacqua per citarne uno.

Giovedì, Santa Maria di Sala ha ospitato l’arrivo di una Tappa combattutissima. E velocissima. Che ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Ed erano in migliaia. Un fiume di persone, un fiume rosa, si è infatti riversato nella cittadina salese per una giornata storica.

Parcheggi introvabili fin dalla mattina, con gli appassionati che si sono svegliati presto per prendersi il posto migliore.

 Fin dalle prime ore, Santa Maria di Sala profuma di festa. Bambini rigorosamente vestiti da rosa e anziani che discutono delle storiche rivalità del ciclismo. Parlano di Coppi e Bartali. E poi di Carapaz, l’ecuadoriano maglia rosa che guida la classifica.

Santa Maria di Sala è vestita a festa. Palloncini rosa ovunque: alle finestre, sui balconi. Tante persone sono venute in bici. Ci sono tutti i gruppi ciclistici locali. Persone che brindano, sorridono, si divertono nel gigantesco stand di Rcs Sport munito di gadget e dove è possibile partecipare a diversi giochi.

Nessun episodio particolare da segnalare. L’organizzazione è stata perfetta. I 70 agenti disposti a pattugliare la zona non sono dovuti intervenire. Era una festa, e non ci sono stati problemi di alcun genere.

18esima Tappa: l’arrivo

Poi, dalle 14, la gente ha iniziato ad attaccarsi alle transenne collocate lungo via Cavin di Sala. Gli appassionati non hanno staccato lo sguardo un secondo da i maxischermo che proiettavano la gara. Poi la musica ha iniziato a salire. In sottofondo la telecronaca. E poi l’arrivo. Emozionante. Con il giovane Damiano Cima che, per primo, taglia il traguardo, tra gli applausi di migliaia di persone in delirio.

La gente è euforica: si abbraccia, urla. Santa Maria di Sala da anni attendeva questa giornata. Che non ha deluso le attese.

Sul palco allestito per l’occasione, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, il governatore Luca Zaia e il sindaco di Santa Maria di Sala premiano il vincitore.

Poi i coriandoli rosa che esplodono in cielo. E la gente che continua a festeggiare fino a sera.

M.B

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close