Unesco Cities, una maratona davvero speciale

L'evento del 26 marzo coinvolgerà anche gli atleti Special Olymcics e proporrà un’originale triathlon in due giornate. Appuntamento con la “triplice disciplina” anche per gli alunni delle scuole medie di Tavagnacco. Martedì scorso in Regione a Udine la presentazione delle tre iniziative

Una maratona che non è solo una maratona. L’appuntamento con l’edizione 2017 dell’Unesco Cities Marathon, in programma il 26 marzo, prima domenica di primavera, offrirà contenuti inediti, che spaziano dalla corsa ad altre discipline. Martedi scorso, alla sede della regione Friuli Venezia Giulia, a Udine, sono state presentate tre iniziative che andranno ulteriormente ad arricchire il cartellone dell’evento. La quinta edizione della maratona delle città dell’Unesco sarà “Special Run”, una manifestazione dedicata agli atleti Special Olympics, che percorrerà un tratto ridotto – con partenza da Terzo di Aquileia – del tracciato dell’Unesco Cities Marathon. Una festa nella festa, destinata a riempire di sorrisi e allegria un evento che, da sempre, ha un occhio di riguardo per la funzione sociale dello sport.

“Coinvolgeremo un centinaio di ragazzi con disabilità intellettiva, insieme ai loro genitori – spiega il responsabile dell’iniziativa, Giuliano Clinori -. Abbiamo visto che la pratica sportiva, in mezzo alla gente, porta grandi benefici a questi ragazzi, che sono contentissimi di partecipare e così si aprono al mondo che li circonda. Unesco Cities Marathon significa per noi soprattutto inclusione”. La maratona del 26 marzo sarà anche Trysport Cities Unesco, una gara promozionale di triathlon, aperta a tutti gli appassionati, che avrà la particolarità di svolgersi nell’arco di due giornate. “Trisport Cities Unesco” scatterà sabato 25 marzo con la frazione di nuoto (750 metri) che si terrà alle piscine di Feletto. Il giorno dopo, domenica 26 marzo, giorno della maratona, sono invece in programma le altre due frazioni di gara: la prova ciclistica, sul percorso da Cividale del Friuli a Palmanova (25,600 km), e quella podistica, sul tragitto da Palmanova ad Aquileia (16,595 km).

Il “Trysport Cities Unesco” sarà valido come campionato nazionale Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale). “L’evento è reso particolare dallo svolgimento in due giornate – ha commentato Eliseo Rainone, referente nazionale dello Csen -. Coinvolgeremo i neofiti e anche atleti più evoluti che potranno svolgere una seduta d’allenamento in un contesto importante come quello dell’Unesco Cities Marathon. Sarà un triathlon diverso da tutti gli altri: come Csen, siamo interessati più agli aspetti promozionali che a quelli agonistici”. L’abbinamento tra nuoto, bici e corsa sarà anche protagonista della “Prova del triathlon”, evento riservato agli alunni delle scuole medie, in programma Tavagnacco il 25 marzo.

La manifestazione, organizzata da Tavagnacco Nuoto in collaborazione con la scuola media sportiva di Tavagnacco, sarà l’occasione per andare alla scoperta di una disciplina giovane e altamente formativa come il triathlon. Per l’Unesco Cities Marathon la conferma di un approccio allo sport davvero a 360 gradi. “Coinvolgeremo i giovani dagli 11 ai 13 anni, non solo di Tavagnacco – ha dichiarato Claudio Arabella, direttore tecnico del Tavagnacco Nuoto -. Sarà per loro un primo approccio al mondo del triathlon, al di là di ogni finalità agonistica, in un contesto di assoluta sicurezza com’è quello delle area delle piscine di Tavagnacco. I ragazzi potranno anche scegliere di formare un team, in maniera che ognuno faccia una frazione diversa, a seconda delle attitudini”.

Giancarlo Noviello