Voglia di tricolore

Stefano Serena non ha ancora smaltito la rabbia per quello che per lui è stato il peggior arbitraggio di tutta la stagione ma è molto soddisfatto del risultato della partita di domenica. «Della partita contro il Cuneo tengo ottimo solo il risultato, non certo l’arbitraggio perché ha rischiato di rovinare una partita fondamentale. Ora abbiamo un po’ di tempo per ricaricare le pile e prepararci ad affrontare una squadra dal blasone importante ma che non è certamente superiore a noi visto che abbiamo fatto gli stessi punti. Andremo a Monza ad affrontare un gruppo compatto con la determinazione mostrata in campo contro il Cuneo. C’è da aggiungere alla sfida anche un particolare curioso.

Foto di Michela Vitella

Si affronteranno le squadre con il miglior attacco contro quella che ha avuto la miglior difesa, solo 17 gol subiti. Sarà curioso vedere se prevarrà la nostra valanga di gol o il muro che hanno saputo erigere per 34 partite. Ovviamente spero che i miei ragazzi sappiano fare breccia nelle loro maglie e punirli al momento giusto. Intanto attendiamo anche il risultato della sfida tra loro e il Cuneo perché in caso di vittoria dei secondi noi avremmo due risultati utili su tre e quasi un piede e mezzo in semifinale. Quanto ci tengo allo scudetto? Tantissimo e per due motivi:  per i ragazzi, per come si sono comportati dentro e fuori dal campo sempre egregiamente e poi per la società che potrebbe mettere un altro titolo in bacheca dopo la coppa di Lega. Ed è un titolo importantissimo perché saremmo i migliori delle 9 capoliste e perché non ho idea di che slancio potrebbe darci partire il Lega Pro con la fama di essere i più forti della Serie D.

Foto di Michela Vitella

Credo che sarebbe una scarica elettrica senza precedenti. Per quanto riguarda il mercato, invece, non voglio si muova nulla prima di aver chiuso la questione dello staff. Come ho già detto, fosse per me, Zironelli e il suo gruppo sono già rinnovati in blocco. Penso potremo dire qualcosa in più già questa settimana o al massimo la prossima. Poi penseremo, insieme spero, al mercato per la Lega Pro».

A.C.M.