Il volo dei grifoni prende quota

Coach Toffanin: "Come valori, siamo da prime quattro posizioni".

Era stato buon profeta Davide Toffanin quando, in un’intervista a “Il Sestante” del 25 novembre scorso, aveva pronosticato per i grifoni dell’Emme Retail Mestre il raggiungimento della zona playoff per la sosta natalizia, a patto che la sua squadra fosse riuscita da lì sino alla pausa ad incappare, al massimo, in una sola sconfitta. Un ruolino di marcia al quale sembra essersi strettamente tenuta la compagine biancorossa la quale, grazie al successo di domenica scorsa su Codroipo, è riuscita ad acciuffare l’ottava piazza appena prima delle festività. 

Viene dunque da chiedersi se quella del coach mestrino fosse una previsione o piuttosto una speranza e, nel primo caso, se fosse proprio Monfalcone- l’unico quintetto in grado di sgambettare i grifoni nelle ultime settimane- l’ostacolo sul quale Toffanin pensava di inciampare. “I ragazzi mi hanno sempre seguito- spiega il coach biancorosso- per cui ci credevo. Guardando il calendario a fine novembre, Monfalcone rappresentava l’avversario più ostico; bisogna però ammettere che loro si sono presentati a Trivignano privi di alcuni elementi importanti, quindi alla vigilia della partita pensavo di poter superare anche i friulani”

Arrivò invece una sconfitta incredibile, con Mestre che dilapidò in un quarto e mezzo ben 21 punti di vantaggio. “Ci siamo presi proprio un bel pugno in faccia e per quanto mi riguarda fa ancora male. La reazione nell’immediato è stata buona con due vittorie di fila, però bisogna vedere nel lungo periodo: l’ho detto ai ragazzi, dobbiamo portarci i lividi e le cicatrici di quel colpo sino a fine stagione, solo così possiamo evitare di ripetere gli stessi errori”.

Sui titoli di coda del 2016, scatta scontata la domanda su cosa l’allenatore dei grifoni scorge per la sua squadra nel nuovo anno in una seconda parte di stagione da vivere tutta d’un fiato. “Non chiedo nuovi acquisti, credo che il recupero al 100% di Daniel Tonetti, un giocatore che ha spesso stretto i denti in queste settimane fungendo da ottimo esempio per i giovani, possa rappresentare il valore aggiunto del 2017. A livello generale, dico che per i valori che abbiamo, e nonostante si debba ancora migliorare molto sulle palle perse e sulla difesa, dobbiamo avere la forza per puntare a raggiungere i primi quattro posti anche se oggettivamente ora come ora è dura. Come? Beh- conclude il “Toffa”- se devo lanciarmi in una nuova previsione penso che se dovessimo perdere solo due partite nel girone di ritorno, l’obiettivo dei primi quattro posti sarebbe nostro”.

Gino Drago