150 anni di Ca’ Foscari

Nuove sedi nel mondo – a Bruxelles, in Cina, Turchia, India e Russia – e un ciclo di lezioni con sette Premi Nobel e un ricco calendario di attività culturali aperte a tutta la città.

Così l’Università di Venezia Ca’ Foscari si appresta a festeggiare il 150° anniversario della sua fondazione.

Nel 2018, infatti, l’ateneo compirà 150 anni; nata nel 1868 come Regia Scuola Superiore di Commercio, prima Scuola di Studi Avanzati di Economia e Commercio d’Italia, ha diplomato fra gli altri anche il primo governatore della Banca d’Italia Bonaldo Stringher e ha avuto come primo Direttore l’insigne economista Francesco Ferrara che fu anche deputato e ministro del Regno; fra i suoi maestri Luigi Luzzatti, fondatore della banca Popolare di Milano e Presidente del Consiglio dei Ministri dal 1910 al 1911.

“Oggi Ca’ Foscari conta oltre 20 mila iscritti, è al terzo posto in Italia per qualità della ricerca”, ha detto il rettore Michele Bugliesi, presentando il calendario delle celebrazioni,  “e si distingue per il carattere internazionale dei suoi corsi di laurea, e le politiche di reclutamento dei migliori talenti tra i ricercatori e gli studenti dall’Italia e dall’estero.

In questi anni, sono oltre 100 mila i laureati dell’ateneo.

Per il 150° anniversario, Ca’ Foscari ha messo a punto un programma di iniziative che avranno l’inizio ufficiale il 20 febbraio 2018 con l’inaugurazione dell’anno accademico al Teatro La Fenice alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Nel corso della cerimonia verrà conferito il dottorato Honoris Causa in Economia a Sir Richard Blundell, economista di altissimo livello e fama internazionale.

A.C.M.