Il Basso Piave si prepara all’influenza

SAN DONA’. <<Sono esattamente 39.200 le dosi di vaccino antinfluenzale acquistato per proteggere gli anziani e la popolazione dei Comuni del Veneto orientale che presenta malattie croniche, ma anche per chi  svolge attività lavorative che espongono al rischio di contrarre l’influenza e chi, pur non rientrando nelle precedenti categorie, intende ugualmente vaccinarsi>>. Il direttore del dipartimento di prevenzione dell’Ulss4, Luigi Nicolardi, ha annunciato l’inizio della campagna vaccinale per il Veneto Orientale.

<<A inizio novembre circa 36 mila dosi di vaccino verranno recapitate ai medici di medicina generale e case di riposo, mentre il resto sarà destinato agli ambulatori del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, pertanto a inizio del prossimo mese inizieranno le somministrazioni>>.

I vaccini della campagna antinfluenzale 2017/2018 sono realizzati per proteggere la popolazione dai ceppi influenzali H1N1, H3N2 e due ceppi B. Il periodo compreso tra novembre e fine dicembre è quello più indicato per effettuare la vaccinazione antinfluenzale, per la situazione climatica del nostro Paese e per l’andamento dell’epidemia che normalmente si presenta con il picco epidemico a gennaio dell’anno successivo.

Il direttore generale dell’Ulss4, per il 2017/2018 precisa che si lavora per un ulteriore aumento della copertura vaccinale: <<Dopo il bel risultato del 71.8% dell’anno scorso, grazie anche alla collaborazione dei Medici di Medicina Generale – puntualizza Carlo Bramezza – quest’anno puntiamo a raggiungere l’obiettivo del 75% di copertura negli anziani>>.

La vaccinazione è raccomandata e viene  gratuitamente somministrata dai medici di famiglia a tutte le persone ultra 65enni, nonché a persone di qualsiasi età affette da patologie che possono aumentare il pericolo di complicanze dell’ influenza, come diabete, cardiopatie, broncopneumopatie, insufficienza renale, malattie respiratorie croniche.

Per categorie come addetti al pubblico servizio, bambini in età pediatrica con patologie a rischio, personale che per motivi di lavoro è a contatto con animali fonte d’infezione virale, il vaccino viene somministrato gratuitamente dal personale del Servizio di Igiene Pubblica dell’Ulss4, i cui ambulatori sono posti a Portogruaro, Caorle, San Michele al Tagliamento, San Stino di Livenza, Eraclea, San Donà di Piave e Jesolo.

Chi non rientra in particolari condizioni di rischio, e vuole vaccinarsi per  l’influenza, può immunizzarsi rivolgendosi sempre agli ambulatori del Servizio di Igiene Pubblica, dove verrà eseguita la prestazione al costo indicato nel tariffario regionale (10 euro).

G.C.